folder Filed in Poesia
Sono una bella pianta
Redazione comment 7 Comments access_time 1 min read

Sea Serpents IV - G. Klimt

Vagheggi in sogno segreto
quell’idea di uomo che ami
a cui abbracciandomi t’avvinghi
ed io mi sento una bella pianta
così lussureggiante e fresca
giovane tralcio d’uva
che si prepari a dar frutto
le tue labbra vedo sui chicchi
colmi del mio desiderio
non sono più uomo ormai
in quell’immagine di me
che sale dentro di te
onda irrequieta di piacere
io appartengo al tuo corpo
in uno con lui mi agito
stormisco come fronda
al vento della notte
e le mie braccia sono rami
fioriti intorno a te
mentre distendi nell’estasi
la tua schiena di luna

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Pubblica il commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
  1. Parole che si insinuano dolcemente senza farsi scorgere, immagini in divenire…

    ” non sono più uomo ormai ”

    La conoscevo già, ma adesso non so perché l’apprezzo di più

    😀 Francy

  2. sempre delicato tu.

    sempre.

    anche in queste immagini che nascondono invece una forza e un erotismo da non sottovalutare.

    sai cosa fai tu?

    cammini sottopelle.

    e poi, adoro klimt non posso fare a meno di apprezzare ancora di più il tutto.

    un bacio ma fooooooorte 🙂