Dio, che giorni
sono trascorsi
indefinibili
di questa maledetta
stagione della mia vita…

Che pur soffrendo
mi esaltò la tua presenza
non dovrò dire…
Sai bene che vinse
l’amore per te su ogni cosa…

E pure mi strinse
il tuo silenzio insieme al ricordo
in una morsa letale
mentre cercavo della tua voce
un’impossibile memoria…

Ma è bastata una notte,
spazzata da un vento caldo e impetuoso,
per strappare via per sempre
insieme all’ultimo velo quei giorni
su questa storia di fuoco…

Come un uomo sto ora
quando il sogno finisce
e, al risveglio, 
la sua mano giace
sul lato vuoto del letto…

Un uomo che osserva
la forza possente
che travolge il suo amore
mentre la luna lassù
sembra un foro nel cielo

Non ci sei,
non ci sei mai stata
ma l’idea di te, qual segno di fuoco,
impressa nel mio cuore
ancor mi trafigge l’anima…

© 2005, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

4 thoughts on “Risveglio

  1. – Poesia –

    Poesia di colori

    di albe e tramonti

    di gioie e dolori

    di dolci racconti.

    Poesia di un sorriso

    di un bacio inatteso

    di un tenero viso

    di un labbro proteso.

    Poesia di un incontro

    poesia di un incanto

    di un abile scontro

    di un flebile pianto

    di dolci carezze

    di sguardi confusi

    di rare bellezze

    di strani refusi.

    Poesia di prodezze

    di fanti e di re

    di tante tristezze

    che crescono in me

    di ali spezzate

    da un vento improvviso

    di rime baciate

    di un fare indeciso.

    Poesia di sapori

    tra il dolce e il salato

    di dentro e di fuori

    di un luogo incantato.

    Poesia di canzoni

    di feste e di balli

    di vecchi scarponi

    di monti e di valli.

    Poesia di ricordi

    di vecchie soffitte

    dei muti e dei sordi

    di atroci sconfitte.

    Poesia di movenze

    di increduli sguardi

    di false partenze

    di ambiti traguardi.

    Poesia che è di tutti

    ma anche un po’ mia

    di astratti costrutti

    ma sempre poesia.

    queen

    5 maggio 2005

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine