Ti ricordi Madre?
Mi tenevi per mano
io piccolo non abbastanza
per tutte le attenzioni rubate
da un fratello minore
ho imparato presto a camminare
e anche se, talvolta, mi trascinavi
io ero già avanti nel sentiero della vita.

Innamorandomi poi divenni uomo
in quei giorni di marzo
e scoprii con sorpresa
che non i baci e gli abbracci
e l’amore e la dolcezza
nessuna di tante emozioni
nessun’altra cosa mi mancò di lei
come la sua mano nella mia.

Ora qui, in questo candido letto
ti tengo io per mano, Madre
e non posso fare nulla
non posso farti camminare
nè trascinarti con me
posso solo aspettare e sperare
accarezzando il tuo viso stanco
con questa mia inutile mano…

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

10 thoughts on “Mi tenevi per mano

  1. come è bello il tuo amore per lei…

    questa lirica ne è ricolma…come un calice grondante…

    ed è luce irradiante, soffio d’animo ….

    Auguri a tutte le mamme del mondo…

    Ti abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine