VENTI RIVELATORI

 

 

 
Fendo con le mie dita
l’aria, che nella traccia
si colma del tuo nome
L’iride dei miei occhi
offre toni cromatici
a ogni segno
E mi chiedo il perché…
Ieri non era!
Sosta un vento leggiadro
davanti ai miei caratteri
e li legge…
Sorride di sapienza millenaria
nell’oscillare il capo
Soffia al mio orecchio
e savio mi sussurra:
è genesi mia cara,
genesi di un amore…

Ultimi post

Altri post