La soglia dell’infinito

Articolo precedenteLa strada maestra
Articolo successivoLa notte azzurra viene al mio cospetto

Siedo e penso
Una creatura
Dove i suoi occhi limpidi
Dipingono le strade d’azzurro..
Siedo e penso
A quanto lontana
La riva dal fiume
E pure s’incontrano
Lungo la notte
Durante la piena..
Siedo e penso
Come sincero
Il suono armonico
Delle parole..
Penso
A tempi lontani
Quando il Sole
Splendeva
Al calar della sera
Davanti ad una tazza di thè in cortile
E penso
A suoni, profumi e aromi speziati
E grida gioiose
Di bimbi lontani..
Siedo e penso
Ricordi..
Ricordi smarriti
Quando mi tenevi fra le tue mani
E un solo sguardo
Un solo gesto
Spalancavano le porte del paradiso.
E adesso sono qui
Che attendo il compiuto
E penso…
Penso..
Che tutto è giunto
È giunto al confine.
Il tempo è lontano
Ma segna..
Segna
Il confine che varca
La soglia dell’infinito.

24.07.2005

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti