Le palpebre chiuse
pulsanti
di porpora accese,
pesanti.

Il sangue che corre
più forte
è un rombo lontano
all’ orecchio

Calore nel viso
sul collo,
le mani
che bruciano
accese.

Mi baci così.
Più caldo
di labbra velate,
bramose.

Sospesa la mente
discendo,
sprofondo al mio cuore
distante.

Io sento, ti accendo
più grande
la fonte che arde.
Mi arrendo.

Marni-copyright 2003

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Archived in Senza categoria and tagged . Bookmark the permalink.

6 thoughts on “Un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine