Come nuvola libera
vagare
nell’azzurro
danzare
con le rondini
nascondersi
dietro le colline
perdersi
all’orizzonte
nella liquidità
di un mattino d’estate
Sciogliersi come brina
al sole
su margherite timide
baciate da farfalle
Ingenuo gioco d’amore
per te
che canti i miei sogni
Arrossarsi al tramonto
nell’evanescenza
del giorno morente
e cullarsi
appesa alla luna
come un’amante
celata
dalla notte discreta.

Lirica Premiata con Menzione d’Onore al Premio Nazionale di Letteratura e Teatro “Nicola Martucci – Città di Valenzano” – Bari 2008

Immagine: Fiori selvatici in un kibbutz in primavera di Richard Nowitz

© 2008, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

32 thoughts on “Gioco d’amore

  1. Barbara cara,
    Appena rientrata da Firenze, per un altro premio,la sorpresa di leggere le tue parole. L’eco di una terra lontana, sconosciuta per me e forse solo immaginata attraverso le tue parole in treno.
    Che strane cose accadono!
    Mi sono sentita felice di avere lasciato in te un ricordo, un sottile filo, che può legare la tua solitudine alla tua terra!
    Ti sono accanto nel pensiero e che il Natale ti porti Amore e Bene. Marisa

  2. Cara Marisa,
    appena arrivata ad Abu Dhabi sono corsa a leggere i tuoi versi, così magici che vorrei non finissero mai e che scorrono sotto i nostri occhi come le vivide immagini che hai avuto la capacità di creare e che ci riportano in un mondo puro e caldo d’amore.. Sarà la lontananza dalla mia terra, sarà che mi giungono in un momento particolare, sarà che mi riconducono ai profumi e ai paesaggi della mia fanciullezza, sarà… comunque sia, custodirò con cura i tuoi versi pieni di colore così come la dolce melodia della tua risata che spero presto di poter riascoltare…chissà, forse su un altro treno per Roma. Grazie di cuore per averci regalato tanta bellezza.
    Con affetto
    Barbara

  3. Ciao Antonio,
    Le tue parole hanno la delicatezza di una pennellata, la dolcezza di un’alba … capaci di emozionare. Grazie.
    Gli artisti come te non si smentiscono mai; cogli tra le righe il fruscio di un suono, la luce di un colore, che andava aggiunto alla tela dei pensieri. Marisa

  4. Cara amica mia,ho potuto ritrovare la Marisa che conosco tra le righe della tua splendida poesia. E’ soave come una carezza, leggera come un respiro, colorata come la vita e appassionata come solo l’amore può essere. Perché come te, anche io credo che l’amore sia veramente il perno attorno al quale ruota il mondo e tu, Marisa, sei piena di amore…amore per la vita e amore per gli altri. Grazie per questo tuo splendido regalo per noi che abbiamo ancora tanto da imparare!

  5. Antonella,
    La nostra Quercia, col profumo degli albicocchi, il tuo amore la tua casa … sono nel mio cuore e le tue parole mi commuovono. La mia anima “vagabonda” torna ogni notte sotto la quercia e spia i vostri sogni … spero di raggiungervi presto, con affetto Marisa

  6. Una lacrima si è fermata all’angolo del mio occhio sinistro,il lato del cuore,un sorriso si è stampato sulle mie labbra,e non va via.Questo è il ritrovarti nella tua poesia. Il sorriso dei tuoi occhi,luccicanti come stelle,la tua voce ,avvolgente come un abbraccio,la tua risata,fresca come una sorgente.Sei tu e sei con me.sotto la quercia.Sempre.

  7. Complimenti per come dipingi con i colori dell’amore sentimenti puri e dolci,e come cornice metti la rugiada ,le rondini,i fiori,le farfalle , le colline ,le nuvole,l’aurora ,il tramonto,la notte.Bravissima

  8. Giuseppe,
    Non sai che piacere mi ha fatto sapere che hai letto la mia poesia. L’amore, come sai, è il perno della mia vita, ed è possibile anche grazie a te ed a tutti quelli che mi accompagneranno in questa meravigliosa avventura.Un abbraccio Marisa

  9. Eccoti, Marisa, scorrere fra le parole dei tuoi versi; specchiarti nelle immagini che in essi hai dipinte per cantare l’amore…, lasciando al tuo sguardo luminoso di dar loro colore e al tuo sorriso contagioso di echeggiarne il suono…
    Ci sei “tu”, dentro queste parole: bella come sei, come può essere solo una donna che “vive” la poesia e poesia sa donare a chi legge…
    Anna Maria

  10. Carissima Marisa,hai dato un volto ai sentimenti. Leggendoti si riesce a “vedere” ciò che hai esternato con candore ma al tempo stesso con possente passione.
    Complimenti. Un abbraccio , Gino

  11. Anche la natura ha una veste quasi umana quando crea quei giochi ingenui d’amore ad esempio le rondini che si fondono in modo perfetto con il cielo azzurro; le farfalle che si posano delicatamente su quelle margherite campestri; il chiaroscuro della luna che si fonde con la notte insonne che insegue i suoi sogni proibiti. Perciò quell’ armonia che si crea tra ogni elemento della natura diventa un vero e proprio canto d’amore verso ciò che Dio ci ha donato con il cuore. Marisa sono veramente bellissimi e teneri questi tuoi versi.

  12. Parole di colore intenso che occupano tutta la riga come i disegni dei bambini occupano tutto il foglio e ben rivelano il tuo carattere solare ed esuberante

    un caro saluto, Andrea

  13. Volevo ringraziare Marinella, Francesco Ballero, Nicla Morletti, Daniela Quieti, Franco Carlis e Manuale di Mari, per le bellissime parole che mi hanno dedicato, leggendo la mia poesia. E’ una lirica alla quale sono particolarmente legata, nata “per amore”, e dedicata ad una persona molto importante nella mia vita. L’amore è il perno della mia esistenza, ed è il “colore” prevalente che uso per dipingere la tela della mia vita. Grazie a tutti coloro che leggeranno questi versi ed a quanti sapranno cogliere tra le righe i miei sentimenti. Marisa

  14. Uno stupendo “Gioco d’amore” dai versi che hanno il profumo delle cose buone e la freschezza delle margherite, delle farfalle, di voli di rondini. E si scioglie dolce un canto d’amore.

    Nicla Morletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine