Ho visto una persona – per cui nutro profonda stima in altri ambiti – tradire il marito e non era ancora passato un anno dal fatidico sì…
E mi sono domandata: ma perché cavolo ti sei sposata? Lei non lo sa che io so. Ma da quando lo so io non riesco a pensare ad altro…
Era così felice e raggiante quando si preparava al matrimonio, la vedevo convinta e determinata…
Sembrava che la scelta si fosse basata su una matura e consolidata coscienza dei propri sentimenti…
Quando l’avevo vista l’ultima volta mi aveva detto che stava provando a rimanere incinta…
Quindi, quando una mia amica mi ha messo al corrente della novità, sono letteralmente caduta dalle nuvole…
Anche io non sono riuscita a rimanere incinta subito, ho avuto un aborto spontaneo, me la sono vista brutta per diverso tempo…ma questo non mi ha fatto cercare il conforto nelle braccia di un altro…mi ha fatto piuttosto aumentare la mia richiesta di coccole nei confronti del mio compagno…
Ma quando questa persona rispondeva affermativamente alla frase "stare insieme nel bene e nel male a che cosa stava pensando"?
Al menù del pranzo?

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

12 thoughts on “LIBERI PENSIERI

  1. Io non penso che tu abbia giudicato,ma che tu abbia dato a te stessa una responsabilità enorme, del resto sei in una posizione difficile: quella di chi sa suo malgrado. Sii serena e accantona la delusione. Un abbraccio e buona domenica.

  2. Io non volevo passare per un essere giudicante…per una che guarda la vita da un piedistallo…perché non mi sento e non sono così…

    Ho voluto condividere con tutti e tutte voi una bruciatura sulla pelle della ia anima…

    Un abbraccio

  3. Capisco la tua delusione verso un comportamente che ti sembra incoerente rispetto ad un sentimento che ritenevi vero. Capisco tuttavia anche che se la tua amica si è comportata così probabilmente c’è qualcosa che non va nel suo rapporto con il marito.

    A volte ammettere di avere un problema non è affatto facile: si tenta sempre di mostrare agli altri che tutto va bene. Perchè sarebbe come ammettere un fallimento.

    Forse si è sposata per paura della solitudine o perchè quella doveva essere la scontata conclusione di un percorso iniziato. Forse c’era già prima una crisi che non ha voluto affrontare. Chi lo sa.

    Non metterti dalla parte di chi giudica, in fondo non conosci le sue motivazioni.

  4. forse il problema è che la gente va amata per quello che è, semplicemente e non per le aspettative e la catalogazione che si tende a darle.

    quella ragazza è sempre la stessa.

    non è cambiata.

    la base della sua essenza è immutata.

    non hai diritto di colpevolizzarla così, credo io, lasciale vivere la sua vita come crede.

    esattamente come tu hai vissuto e vivi la tua e amala per come è. non per come l’hai idealizzata e l’aresti voluta.

    ovviamente, parere mio, come sempre.

    buongiorno;)

  5. E’ proprio perché non c’è nulla di normale che è difficile comprendere. E lei forse teme il confronto, quello che tu chiami giustamente “confidarsi” con te, la porta aperta va lasciata. Non credo durerà molto questo suo segreto, credo soprattutto perché troverà lei insopportabile portarlo avanti. Tu nel frattempo continui a vedere solo quello che lei ti mostra, anche inconsapevolmente, e sei delusa da questa verità apparente. Ce n’è un’altra di verità, quella profonda che riesce a tenere nascosta, forse persino a se stessa. Troverà il modo comunque di uscire fuori, potrebbe trovarlo anche in maniera eclatante, come andare via di casa dal giorno alla notte. Queste persone di solito sono use mettere di fronte al fatto compiuto. Tieni la porta aperta ed un buon caffé pronto, (magari un kleenex). Un abbraccio.

  6. Cara Adelaide,

    io non credo che stiamo parlando della stessa cosa, perché il problema non è il TRADIRSI od il SEPARARSI di per sé…

    Il problema è il tempo nel quale questo avviene…in questo singolo caso….

    Può essere “normale”, purtroppo, che dopo qualche anno due persone – che si erano sposate innamorate – prendano strade diverse…

    Può essere “normale” accorgersi, solo dopo qualche tempo, che la persona che hai sposato era sbagliata…

    Ma trovi che sia “normale” innamorarsi dopo pochi mesi dal fatidico passo – al quale nessuno ti ha costretto – di un altra persona?

    Tutto può essere nella vita…

    Ma penso che, a chi succede dopo così poco tempo, non doveva neanche sposarsi…

    E magari sono anche persone che hanno fatto il corso pre-matrimoniale…

    Scusa se sono così acida…ma veramente, la cosa che mi fa più male, forse è l’avere preso una grande cantonata con questa amica…

    Quando si conoscono delle persone, ci si “innamora” amicalmente di diverse tipologie di esseri umani…

    C’è l’amica “fragile, dolce e sensibile”, quella “determinata e dalle idee chiare”, l’amica “forte, accogliente e profonda” e così via…

    Per me queste non sono categorizzazioni categoriche…sono inconsci modi di mettere a posto il mio mondo interiore, sono orientamenti approssimativi sulle persone, per non perdermi nei loro abissi…Amo tutte queste persone ma so quali sono i loro limiti e vedo al contempo le loro luci…

    Forse, quello che mi fa più male, è non l’avere saputo cogliere l’abisso di questa persona…l’averla adornata di troppe luci, luci che non erano sue ma erano proiezioni delle mie su di lei…

    Forse alla fine è solo un problema di amor proprio…

    Io a questa persona voglio molto bene…Lei non sa che io so…Mi piacerebbe e non mi piacerebbe che si confidasse…

    Non gli negherò mai una calda accolgienza e disponibilità sincera…

    Ma sono delusa, delusa di non aver capito…delusa di essermi in passato immedesimata in un modello che in questo frangente non avrebbe avuto niente da insegnarmi…

    Semmai il contrario….

  7. Oggi come oggi sposarsi per “sistemarsi”, per spiccare il volo dal nido ecc…non è piu una realtà, non nella misura in cui lo era anni fà…per cui a maggior ragione prima di dire il fatidico “sì” mi viene naturale pensare che ci sia una profondità di sentimenti e d’intenti comuni. Certo anch’io come te mi porrei le stesse domande però tieni presente che possono essere successe cose, anche a livello emotivo che non sai….è un territorio minato questo :)…

  8. Credo che la sfera del rapporto di coppia sia troppo delicata per poterne entrarvi e trarne un giudizio qualsiasi, anche quello che può sembrare il più equo. Io ad esempio non ho mai palesato la mia infelicità a nessuno, e dico davvero nessuno, prima di decidere la separazione da mio marito. Non ho mai cercato “consolazioni” o forse non me ne sono capitate? I meccanismi che si mettono in moto all’interno di un cuore che non accetta la delusione di un “errore” così grave come quello di aver accanto il partner sbagliato, possono essere molto più deleteri dello stesso errore e quella che sembra una via di fuga è in realtà una trappola.

    La ragione non sempre aiuta chi vive queste situazioni in cui il torto è sempre troppo evidente da una parte sola per poter essere davvero da quella parte sola.

    Un caro saluto.

  9. si, ma forse io non mi sono espressa bene.

    ci sono persone che riesco a provare amore per più di uomo o di una donna.

    il fatto di tradire non implica disamore.

    è un po’ diffciile da immaginare, ma è reale.

    per il resto ci si può anche sposare convinti di amare e poi scoprire di avere accanto una persona che viene fuori diversa da come si era presentata.

    oppure ci sia accorge di avre creduto di provare amore e di essersi solo beccati una gran bella cotta.

    ci sono tremila motivazioni “non cattive” per tradire.

    ci si sposa per amore o per soldi.

    si tradisce per molto altro ancora.

    🙂

  10. Vedete cari/e Blogger…

    So che nella vita le cose possono prendere le vie più disparate…

    Io stessa non so se tra qualche anno sarò una acida esacerbata e rancorosa divorziata con l’ex marito scappato con qualche meravigliosa e formosa ventenne…

    oppure se sarò una decorosa e sdentata vecchietta che andrà a passeggio lungo mare con l’amore della sua vita, altrettanto sdentato…

    Nella nostra società occidentale i matrimoni si fanno o per amore o per soldi….

    Quindi lo sai se sei innamorato o meno di quella persona con la quale stai convolando a nozze…

    E, vi assicuro, questa persona che vi ho descritto SEMBRAVA la più innamorata del mondo, visto anche che lui non era un rockfeller…

    Se ti SPOSO innamorata, teoricamente vuol dire che SONO CONVINTA del passo che sto per compiere…

    O siamo tutti citrulli che fanno le cose tanto per fare?

    Ci sposiamo forse perché è di moda, perché ce lo dicono i nostri genitori, perché lo fanno i nostri amici, perché siamo cresciuti in una fede religiosa che prevede questo passo?

    Io so di essermi sposata per amore e credo sempre, ingenuamente, che gli altri facciano lo stesso…con la stessa determinazione e senso di responsabilità che ci ho messo io…

    Capisco che sbaglio…

    Però su questa persona ci sono rimasta male, e conosco altre persone che hanno tradito il consorte…ma da loro me lo aspettavo…Perché avevo già letto nel loro cuore una infelicità a loro non ancora chiara…

    Invece, in questa persona, l’infelicità non l’avevo proprio letta…

    Forse è per questo che ci sono rimasta doppiamente male…

  11. difficile dire su questo argomento.

    rifletto però sul fatto che il tradimento è un condizionamento culturale e non universale tra l’altro…

    questo spiega molte cose…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine