Vagabonda nel deserto
fra invalicabili dune e sabbia infinita
avanzo barcollando nel vento
sospinta da ricordi d’amore

Note lontane e suadenti
di violini e di noi
accarezzano la mia pelle assetata
in miraggi verdeggianti di te

Nulla dinanzi al mio sguardo
se non tremolanti orizzonti
nel caldo rovente
di quest’arsura che strappa la vita

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

10 thoughts on “Deserto d’amore

  1. mi ha ricordato un gran film, evocato dai tuoi meravigliosi versi, uno dei piu’ belli “Il paziente inglese”. Sai sempre suscitare emozioni e soprattutto far cavalcare la fantasia in paesi remoti visitati dal cuore. Un abbraccio Eufemia

  2. “…quest’arsura che strappa la vita”
    Immagini eloquenti descrivono il deserto del cuore che soffre in solitudine. Versi che riescono a condurti in quel deserto. Sempre bravissima!

  3. Grazie di cuore a tutti, amici, ed al carissimo Robert che ha dato dei mei versi un’interpretazione toccante con la sua splendida e calda voce. Un regalo meraviglioso!
    Un abbraccio affettuoso
    Maya

  4. L’immagine del deserto è decisamente azzeccata, e non importa se già sfruttata, perchè tu le dai un colore e una musica irrepetibile.
    Strappano la vita quel nulla davanti agli occhi, quie tremolanti orrizzoni: un’immagine forte, bella pur nella sua tragica esperienza.
    Bellissima poesia.
    (Non ho capito come funzionano le segnalazioni, ma io mi permetterei di segnalare questa tua opera).
    Un abbraccio
    Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine