Mario Rusca

Il frullo della libellula di Mario Rusca

Eco d’amore - Gracchiava nel suo nero il corvo sulla neve e tu assorbivi luce dal sole di gennaio. Larici ancor spogli razziavan pensieri da cobalti di cieli. Interrogai i silenzi... Dai boschi della Miara evanescente l'eco di ritrovato amore. *** Sotto la neve primule Nel bianco della neve d'un giorno di gennaio su sci ho calpestato tenero giallo di primule in letargo. Mi sorridevi tu nel ricordo dell'allora Tu, di sempre l'emozione, stella filante dagli occhi d'argento. Ti amo anche per questo fotogramma lontano. *** Insonnia A te che ti...