Maria Suglia Pesce

Giglio di mare

Quando ti ritrovo nella realtà o nel sogno più caldo di essa, ritorno bambina dolce, buona, incantata. Il tuo sguardo su parte del mio viso ne mangia un po' e mi sento come una torta senza una fetta, quella fetta che i tuoi occhi ingordi inghiottono con tanta fretta da non permettersi di sentirne il sapore o il profumo. Ma non mi sento mutilata...

Ultimi articoli

Libri per San Valentino 2024

💖🎁 Idee regalo per San Valentino? Scopri i consigli di Manuale di Mari nella Speciale GALLERIA DEI LIBRI DA REGALARE! 📚 🔗 Visita la Galleria...

Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro

L’immagine di copertina è un’opera di Dante Zamperini intitolata Irradiazione che ricalca il titolo dell’opera poetica Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro con...

Non mi dimentico mai di chiamarti amore

Incisive le metafore, fluenti i versi, musicale il testo. La silloge colpisce per la sua intensità emotiva e per la sua capacità di fondere echi del passato e sensibilità contemporanea...