Luigi Casolaro

Luigi Casolaro, nato a Napoli il 24 dicembre 1942, ha ottenuto numerosi premi in vari concorsi di poesia a livello nazionale e internazionale tra cui: Premio Internazionale San Marco Città di Venezia; Grand Trophèé International Ville de Nice; Concorso Letterario Europeo Miguel De Cervantes "Barcelona"; Premio Nazionale Michelangelo di OVADA (Al) per vari anni consecutivi; Premio Nazionale Poesia "G. Belliti" di Livorno. Luigi Casolaro riesce così a dare un vero contributo alla letteratura italiana illuminandola di spazi nuovi e sentimenti nobili. I suoi versi sono sempre discreti ed educati, mai invadenti e grossolani; ed egli li carica di forza e dì interiorità, mostrando immagini raffinate con un linguaggio fresco. Il suo stile incanta il lettore e gli fa vivere il tempo dell'amore. Giusto il riconoscimento che egli ha ottenuto da parte delle critica contemporanea; presente in numerose antologie ed importanti quotidiani.

Incompiute sinfonie di Luigi Casolaro

Lontananza - Canta il mare, struggenti armonie; ed il sapore del suo vento, invita ad un pianto sommesso, l'anima. Cerco, fra occhi socchiusi dal sole, occhi che accendono il cuore; fili d'oro ad intrecciar pensieri, io cerco; per tessere insieme, tele d'amore. Canta il mare, struggenti armonie, e, nel vento che copre disperato il mio grido, annego dolori, per la tua lontananza. *** Notti di malinconia Ricercare i tuoi occhi là ove stanche sbiancano le onde; mentre stelle accarezzano notti di malinconia. Sorpresi i miei pensieri, dallo struggente chiarore della luna, testimone discreta di mille tormenti. Tarda l'aurora carica d'affanni cercar d'orme per tacitare il cuore. *** Domani la vita Spalanca le tue braccia anima mia. Dona rifugio a questo cuore errante. Accogli nel tuo nido la mia anima, riparala dal vento del dolore. Culla i miei sogni almeno per un attimo, almeno per un attimo, donami la vita. *** Dal libro Incompiute sinfonie di Luigi Casolaro, recensito da Nicla Morletti nel Portale Manuale di Mari.