menu Menu
kykia
kykia

"L'anima sognatrice sussurra piano, come il vento tra le fronde dei castagni. Se ascolti con attenzione puoi sentirne la voce, carpire qualche parola. E se poi le ripeti a fior di labbra, lasci che si uniscano alla brezza, che danzino con essa sulle note della tua musica...
... quella è poesia."

Pagina precedente Prossima pagina

Liminare

  E vibra di luce anche l’ombra di un uomo, in limine incerta, così come il sole,   se scegliere adesso se nasce o se muore.

Continua a leggere


Rotola nell'aria stretta

Rotola nell’aria stretta di cerchi sempre uguali e girano sguardi assenti inesperte e lontane mani. Straniera regina di nuvole qui hanno coperto il cielo sorvoli parole fragili orizzonti dipinti a mano. Echi di poesia invisibile, di silenziosa pena, fermati, sgraziato volo, lasciati salvare ancora. Sfiora l’agognata luce, rondine sfortunata, su un tetto di volti increduli […]

Continua a leggere


Amare il mare.

La mia stanza da letto ha una parete a forma d’onda e mi addormento e sogno solo da quel lato. Ci si innamora di qualcosa nel primo istante in cui ci si posa lo sguardo, spesso senza rendersene conto. Poi l’amore resta lì, come un nido di paglia, a scaldare qualcosa che cresce in silenzio. […]

Continua a leggere


Fine

Non ci sono occhi più belli di quelli che guardano un sogno quando un sogno si è rotto. Dopo averne mille volte ridisegnato i confini tenendo insieme i pezzi più deboli ad ogni sospiro. Non c’è cosa più triste, di un sorriso quando tutte le lacrime sono finite e non si sa più come rispondere […]

Continua a leggere


La notte di S. Lorenzo

Resto a guardare, questo pezzo di cielo stiracchiato tra tetti e finestre accese. E le stelle annoiate, sparse a caso sul soffitto sbiadito, ché, magari, qualcuna decide di cadere proprio qui, sopra il mio balcone. Allora le suggerirei il tuo nome. E che mi perdoni il disturbo mentre attraversa lo sfondo pallido della luna piena […]

Continua a leggere


Profumi di Provenza

La spiaggia è lontana e il mare è una macchia di azzurro intenso tra le colline cosparse di luce. In mancanza di sabbia, ho scritto due "M" di fiori e lavanda sul bordo della piscina. Un caro saluto dalla Provenza e dalla Costa Azzurra. Ky

Continua a leggere


Ogni mia parola è verso per te, ogni mio passo è verso di te.

Ti ho sfiorato, per la prima volta con il mare sulla pelle, con un Libeccio caldo che l’asciugava, ti ho parlato con labbra di sale. Ti ho sfiorato senza sapere ch’era così che si comincia ad amare. Ed è stato per poche ore. Quello che basta per ricordare. Poi è stato silenzio, poi ancora uno […]

Continua a leggere


Ragnatele di luce

Sono una rondine che ha perso la strada, senza indizi né mete in un cielo infinito. Ho perso lo stormo nero in volo irrequieto, la polvere scura sul fazzoletto d’azzurro e i semicerchi invisibil nel cielo di vetro, e le ali frenetiche, lo stallo e la ripresa di quota. Non restano che le coordinate imprecise […]

Continua a leggere


Carezze lontane

Lontani come sempre, a pochi metri di distanza, e adesso comprendo, come basti un niente per cambiare ogni cosa; uno sguardo, una parola, una bugia, un treno e il suo rumore assordante. E i binari infiniti, che come catene mi legano a te e stringono il cuore. E i campi di grano corrono via da […]

Continua a leggere



Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up