E su di te ramo nodoso,

della quercia

della mia progenie,

scivola dolce il ricordo

al mattino che nasce.

Seduto su spiaggia non ancora infuocata

rimiro

lontani

gabbiani

suadenti frecce di libertà

e ti vedo vicino

seduto su questa riva

ad incidere ancora parole

nel mio stanco cuore

con dolce carezza

per sempre mio amato nonno.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Archived in Senza categoria and tagged . Bookmark the permalink.

3 thoughts on “Ramo nodoso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine