Notte D’Estate

Foto di Yuri Bonder

Lo vedo ancora
Quel campo di grano dalle spighe dorate
Che ondeggiavano fruscianti alla brezza notturna
Dove noi
Eterni appassionati dalla prorompente brama
Fluttuavamo con orgogliosa freschezza
Illuminati da briose lanterne di lucciole
Che giocavano sui nostri capelli
Sparpagliati tra steli e labbra roventi
Dove le tue mani sibilline
Eroticamente affamate di voluttà
Scalavano vette di pelle

E tra spighe e fulvi pavaveri chiusi
In un attimo senza colori
Inventasti colori
Ed io morii con un’armonia notturna

7 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'√® un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

Fiera dei Libri Online

spot_img

Manuale di Mari

spot_img

Ultimi post

Altri post