sdraiata sul salviettone a pancia in giù,
a metà tra il sonno e la veglia,
con il cervello e le idee intorpidie

il sole mi scalda,
arriva ad ogni punto del mio corpo,
all’inizio è una sensazione scottante
poi si mitiga,

e inizio a diventar sensibile,
e ogni centimetro quadrato della pelle
diventa un recettore eccezionale,
e sento che qualcsa mi si muove sotto..

e il vento finisce ed innalza
il mio piacere privato,
lasciandomi con l’acquolina in bocca,
e il desiderio d’aver te al mio fianco.

 

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

3 thoughts on “pomeriggio di sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine