Mi strappa e mi distoglie
-il brusio fuori di me-
da queste liete e tormentate sponde.

L’acque dei miei pensieri erranti
non sanno a lungo stagnare
e tra ciottoli e strettoie s’approntano la via.

Mi disturba e mi dà noia
la patina che vela il disappunto
solo per tener salva l’apparenza.

L’acque dei miei pensieri
sanno irrompere nel nero assenso
e col velo sollevano la menzogna.

Da Nero assenso
Fabio Croce ed
2003

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

2 thoughts on “Nero assenso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine