come va, poi
che gli anni nostri
declinano a ottobre
e notte precipita
quieta e incredula
 
si è come autunno
avvezzi a commiati
già alberi a foglie
che a rabbia ancora
e dolore consegnano
eppure chiedi, laddove
da parola più chiara
da amore più forte
adesso a te giungo
non per l’elusa via
che notte trapela
e livido giorno arrossa
al polso
così sovviene fatale
a te fatto presente
il lascito cui  il divenire dell’ora
m’affida

 

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

2 thoughts on “(e come va)

  1. Profonda, raffinata, evocativa. Non basterebbero mille aggettivi per elogiare le tue poesie…

    M’incanto in ogni tuo verso.

    Ti abbraccio con affetto, finissima Poetessa ed amica

    Maya

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine