folder Filed in Poesia
Nel volo dell'aquilone
riflessodime comment One Comment access_time 1 min read

 

aquilone

L’aquilone vola ,mentre volano i ricordi.

“Soffice era l’ora dell’abbraccio

morbida la furia dell’abbandono che mi gocciolò addosso”

Ho inghiottito minuti come caramelle  per avvicinami

Ho abbattuto la muraglia d’ombra per vedere il chiarore.. per farlo sollevare

Se non sarà naufragio s’innalzeranno le vele nel mare dell’emozione.

Riannoderò la rete del ricordo che via via si fallerà.

M’ afferrerò  agli accenni come calda tana che fu rifugio

Andrò oltre la  furia della solitudine

mentre ora

m’aggrappo al filo  preso al volo mentre fugge nel vento

Come non può spiegarsi questo aquilone

che vola sicuro nel cielo  terso   

Come riuscirà a volare oltre

se una muraglia si  emerge innanzi

come plasmare la creta rassodata senza districare le certezze?

Se il cuore sarà pulito…lui volerà…e sarà il viaggio più bello

Le gesta inaridite dal rancore,tenere diverranno

Ora schermisco il viso dal bagliore che illumina ed esplode.

Mentre l’aquilone guizza indugia la rinascita..ma  aumenta la speranza

Questa schiusa è schiva

 ma schizza come un fulmine nell’incanto

E tutto finalmente traspare

e discioglie questa nostalgia che entra nel mio cuore

Come verità..

Forse è frenesia

Mentre scompare altrove e vola …

la fiaba più bella.

-Federica

 

 

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Pubblica il commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine