folder Filed in Senza categoria
1° Anniversario di Manuale di Mari
Redazione comment 14 Comments access_time 1 min read

In questi giorni ho riflettuto sul fatto che sono già al primo anniversario della rinascita di Manuale di Mari come blog. Dico rinascita perché prima era un sito, come racconto in un breve post che ho inviato alla rubrica Vita da Blogger creata da Splinder (inviate la vostra storia, magari avrà più fortuna visto che la mia non l’hanno pubblicata).

Proprio nel mese di aprile 2005 rinasceva infatti Manuale di Mari come blog su questa stessa piattaforma di Splinder.com

Per ricordare questo evento ho deciso di postare nuovamente una delle mie prime poesie pubblicate qui, anche se in una versione un poco diversa.

Tanti auguri a tutti i blogger e ai lettori. Che la primavera vi sorrida rinnovando il vostro amore!

MIA

Mia non sei stata mai.
Anche quando il battito vicino del tuo cuore
alimentava il mio, eri sola con te stessa.

Tu sei scesa nelle viscere della mia solitudine
come un fiume in piena
travolgendo ogni residuo argine della mia coscienza…

Ora ti vorrei qui…
Nell’ansa tranquilla del mio abbraccio…
Sotto un cielo quieto
dentro il respiro di un giorno nuovo
Aspettando l’onda di un amore puro.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Pubblica il commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
  1. Buon Compleanno Manuale di Mari!

    “Tu sei scesa nelle viscere della mia solitudine come un fiume in piena” verissima questa frase, succede sempre così: prima di tutto ti scombussola la tranquilla esistenza e … poi tutto il resto: felicità, gioia, dolore o solitudine che sia.

  2. Veramente prorompente la forza di questo tuo scritto…il tuo modo di vivere l’amore con pienezza, forza ma nello stesso tempo anche silenzio e determinazione mi è molto affine…

    Mi sconcerta, piuttosto, il fatto che non abbiano pubblicato la tua storia in Vita da Blogger…

    C’è qualche luogo di Manuale di Mari che non ho adeguatamente navigato dove la posso leggere?

    Un abbraccio…

  3. “… un amore da respirare

    insieme

    nel pomeriggio di silenzio

    nel verde di un giugno

    così dolce da essere solo nostro

    come lo sarà per sempre

    anche se tu non sei più qui…”

    Grazie, Robert.

  4. Ogni incontro

    è un’avventura

    un viaggio in un nuovo mondo

    d’emozioni e sentimenti

    Lasciami respirare

    l’essenza dell’amore

    lasciami vivere ancora

    per un istante,

    lasciami dissetare

    dalla sua fonte

    lascia che trovi ristoro

    tra le sue braccia

    lascia che il mio cuore

    si fecondi

    ancora

    della sua piccola fiaccola

    fino ad incendiare il sole

    Katia…

    Sono felice di essere entrata a far parte di tanta magia..

    Un sentiero d’amore ad illuminare i tuoi occhi nel colmare il tuo cuore…

  5. Carissimo Robert è meravigliosa questa tua Poesia com’è meraviglioso questo scambio di emozioni che sei riuscito a creare e a saldare nel tempo… sono felice di far parte di questa dolcissima Comunità :-))

    Un abbraccio ed un sorriso unito agli augurissimiiiii

    Gio

  6. Delicata come il tuo cuore. La nostalgia divora l’anima lasciando esausti e feriti. Resta ciò che è stato e che vive nella mente e nell’essenza più profonda. La solitudine fa parte di ciascuno di noi, anche quando si vorrebbe una fusione totale con la creatura amata….

    Un bacio e buon complenno al tuo splendido Blog!!

    Maya

  7. ….tu sei scesa nelle viscere della mia solitudine come un fiume in piena…ora ti vorrei qui bell’ansa tranquilla del mio abbraccio…graziew davvero di questo magiche sensazioni Robert…il tuo cuore è stracolmo d’amore…una carezza alla tua anima…ilmercantedisogni….

  8. Mi ricordo…del ricordo

    Un ricordo del ricordo

    Il mio essere onda lunga

    Per accarezzarti il fiordo

    Come fossi una fionda

    A dismisura tesa

    Per amarti o mia perduta

    T’ho sognato stesa

    Meraviglia mai goduta

    Non fu lampo furtivo

    D’anelito fugace

    Il ricordo io vivo

    Con senso di pace

    Edo e le storie appese