Un sasso nello stagno

Array

Cerchi concentrici.
Li guardo seduta sulla riva,
li seguo con la coda dell’occhio.
Traccio il perimetro sull’acqua torbida
e cerco il centro,
il punto in cui ho gettato il sasso.
Lento è il movimento delle onde,
fluido,
senza fine,
in un moto perpetuo verso l’infinito.
Attendo che l’acqua si cheti
per gettarne un altro.
Non ho fretta.
So che tu mi aspetterai.

 

 

 

Ultimi post

Altri post