Quando finalmente riaprì gli occhi, la prima cosa che vide fu il volto di Matteo che la fissava con aria dubbiosa a una distanza di pochi centimetri. Il suo viso, di solito perfetto e curato, da così vicino lasciava intravedere alcune imperfezioni della pelle e alcune piccole rughe al lato degli occhi che lo facevano apparire più “umano”.
Non riusciva a capire: il suo atteggiamento era provocato da paura per il suo stato, da preoccupazione per lei o dal timore che qualcosa mettesse a repentaglio la sua organizzazione dell’evento tanto atteso?
“Francy, finalmente! Che spavento hai fatto prendere a tutti! Come ti senti?”
Che fosse veramente preoccupato?
“Non so, non so proprio cosa mi sia successo, all’improvviso mi sono sentita come presa in un vortice e sono svenuta. Forse uno sbalzo di pressione o chissà ché.”
“Ma adesso come stai?”
“Meglio, solo mi gira un po’ la testa e mi battono le tempie.”
“Vuoi che chiami Andrea?”
Andrea era il medico, ma anche un amico, di entrambi: era stato nella sala d’attesa del suo ambulatorio che s’erano incontrati. Era andata lì per farsi prescrivere qualcosa per i suoi mal di testa ricorrenti, specialmente durante i cambi di stagione.
“Non importa, adesso vedrai che mi passa. Forse è solo un po’ di nervosismo o stanchezza. Non ho dormito molto questa notte.”
“Anch’io sai, ho dormito poco: praticamente mi sarò svegliato almeno ogni mezz’ora! Non ci si sposa mica tutti i giorni, è normale essere nervosi. Tutte le cose da organizzare, la paura che qualcosa vada storto…”
Restò delusa da questa asserzione. Per un attimo aveva pensato che anche in lui esistesse qualcosa che assomigliasse a un’anima.
Aveva sperato che le sue ansie fossero in qualche modo condivise dalla persona che aveva davanti, anche solo per una notte…ma non era così.
E adesso? Il suo istinto le suggeriva di fingere un malessere più pesante di quanto non fosse per cercare di rimandare il matrimonio, ma era una soluzione? O solo un rimandare il problema?
 

Per leggere le puntate precedenti clicca qui.

“Stupidi presagi” di Mynona è un racconto a puntate pubblicato nell’ambito dell’Iniziativa “E giunse Amore” lanciata dal Blog degli Autori insieme a Zenzerocandito. Per maggiori informazioni e partecipare segui questo link.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

5 thoughts on “Stupidi presagi – VI puntata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine