Le lacrime solcavano il mio viso

come l’aratro prima della semina.

Avevo bisogno d’amare,

di sentirmi gridare,

non mi bastavo più.

Cercavo un’anima candida

capace di darmi quiete:

tutto il mio vagare, dunque,

era un cammino verso di te.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

8 thoughts on “La voglia matta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine