Dimenticami.
Chiudimi nel cassetto dei ricordi,
e poi lascia che il vento dell’amnesia
li porti via.

Abbandonami.
Tra i bauli polverosi di soffitte,
o nei cuori di altre persone,
lasciami scivolare nel buio.

Cancellami.
Dalla tua vita, dai tuoi pensieri,
dalla curiosità di sapere dov’ero ieri,
e dove sarò domani.

Fammi sparire per sempre,
dimentica il mio Amore, le mie parole,
il pianto tra le tue braccia, l’addio.
 
Dimenticami in ogni istante,
abbandonami fra la gente,
cancellami dalla tua mente.
 
E solo quando ci sarai riuscita,
io non esisterò più,
e forse, riuscirò a non Amarti ancora.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

4 thoughts on “Dimenticanze Sperate

  1. Talvolta, perché non si ami più, è necessario che l’altro recida decisamente il filo, che non ci sia più alcuna speranza.

    E’ come se noi non riuscissimo ad abbandonare la speranza. Ma quel taglio può essere per noi benefico, permetterci di riicominciare a guardare avanti. Bella poesia.

Rispondi a ManualediMari Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine