Ricordi

Articolo precedenteQuestione di “lingua”
Articolo successivoNote di pioggia

Chissà se dormi mai,
alla sera, quando la notte chiama
le nostre stanche membra.
E se l’ascolti a volte,
sussurrare il mio respiro alle tue mani..
Chissà se aleggia nei pensieri,
quel bianco volto pallido dalla chiarezza
e dalla semplicità.
E se sorseggi, ancor morente,
quel suo ultimo grido di speranza.

E la notte ricordò il sole.
E il sole ricordò alla notte.

Ultimi brividi
e poi ancora alba.

29.09.2006 ore 01.28

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

4 Commenti

  1. Una delicata poesia d’amore, sussurrata all’innamorato nella quiete notturna. Quasi una preghiera, complimenti. Tiinvito a visitare il mio blog e ad esprimere un tuo commento al mio libro di poesie ‘Alba e tramonto’ sul ‘Manuale di Mari’, Lenio Vallati.

Rispondi a arsomnia Cancella la risposta

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti