Superbo                                                                                       candela

ad ogni lieve carezza
soffio rosato dell’aurora
limpida goccia di cielo
all’alito grazioso dell’ala della farfalla
al gioco del gattino artigli ritratti
chiude d’acciaio le sue porte
razionalmente definisce
chi possiede pensieri d’ossequio degni
                                            lui solo
e pochissimi altri

timido si ritrae
                                             nel suo io gonfiato
da illudenti saperi

così s’accende invano
la fiammella della candela
mai ardente fuoco
                                              in una cella senza respiro
e in se stessa  si specchia
non diffonde.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Archived in Senza categoria and tagged . Bookmark the permalink.

6 thoughts on “SUPERBO

  1. Assolutamente “superbo” il passo:

    la fiammella della candela

    mai ardente fuoco in una cella senza respiro

    e in se stessa si specchia

    non diffonde”

    Un bacio

  2. Una cella senza respiro… E’ quella in cui ci infiliamo per superbia o per orgoglio levando ossigeno al fuoco della nostra passione… Bellissima e raffinata questa tua lirica.

    Una rosa per te - Manuale di Mari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine