menu Menu
Tu
Di marcobus Pubblicato in Senza categoria on 2 Giugno 2006 12 Comments 1 min read
Precedente Ciao Successiva
Cerco di offrire
le parole ai pensieri
e capisco che definire
inevitabilmente è limitare
Nei sogni delle idee
i contorni sono nitidi
sul foglio si scompongono
Stravagante
Bella
Intelligenza
Creatività
Sentimento
Non c’è un nome
non c’è un attributo
non lo trovo
non lo scopro
Poi vedo il viso e insieme
leggo le tue parole chiuse tra i contorni
afferro e assimilo
Non c’è modo
non ci sono espressioni
esiste il sogno della tua idea visibile
esisti tu

© 2006, . Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Poetica mente


Precedente Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Invia commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
  1. Il travaglio del poeta per esprimere l’inesprimibile….dietro ogni poesia rimane, forse, un qualcosa di non detto, che non è stato possibile “definire” perché definire è senz’altro un “limitare” e chi legge ha da compiere il travaglio del comprendere, dell’interpretare. E si scrivono libri su questo. Tanto la tua poesia mi ha evocato.

  2. l’ho letta e l’ho amata..

    a me piacciono le peosie semplici

    e insieme ricche dense di immagini e significati…

    poi ho letto che a scriverla eri tu

    non ti conosco anche se ti leggo

    spesso

  3. Quando le parole diventano immagine di un volto amato…

    “Definire inevitabilmente è limitare”, c’è molta verità in questi tuoi versi.

    Molto bella e romantica.

    Un abbraccio

    Maya

keyboard_arrow_up