Alba e tramonto –

Tu sei l’alba,
i vestiti
ancora aspersi di rugiada
nel cuore i misteri della notte
e negli occhi luccichii di stelle.

Io sono il tramonto,
foglie secche nell’anima
e negli occhi
rossastri bagliori
di un sole cadente.

Ma dentro sento
tanta voglia d’amare
come se io e te
non fossimo poi
così diversi
in fondo,
soltanto il giorno ci divide.

***

Alba di pace –

Ormai lontana
è l’eco dei tramonti,
lingue di fuoco
di cavalli impazziti.
Muore lenta la notte
coronata di stelle
e d’oblio.
Adesso
sui campi la rugiada
non ha mine da brillare,
né steccati
di filo spinato
a imprigionare pensieri.
Finalmente
respiriamo quest’aria
che sa di abbracci
freschi di fiori,
di baci sbocciati
ai raggi del sole.
Bimbi giocano
liberi
come farfalle dai mille colori
e corrono felici
in questa nuova alba
di pace.

***

Altalene

Ricordi ancora
le altalene di Perm?
E il cielo azzurro?
E il vento, che accarezzava
i tuoi capelli,
rossi papaveri
tra le spighe gelide
di un bianco mare?
La mia mano ti spingeva
lenta
mentre tu gridavi parole
di una lingua sconosciuta.
Ci sono ancora sai
quelle altalene,
e bimbi appesi
a dondolare al vento.
Nessuna mano, però
li spinge via
dal loro triste
destino d’abbandono.

Dal libro Alba e tramonto di Lenio Vallati, recensito da Nicla Morletti nel Portale Manuale di Mari.

Per ordinare il libro e ricevere una copia con dedica autografa al prezzo di Euro 8,00 CLICCA QUI.

© 2009 – 2012, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

117 thoughts on “Alba e tramonto di Lenio Vallati

  1. Che bel titolo!!!
    Grazie di questa “poesia” che ci hai regalato…
    mi piacerebbe riceverne una copia!
    Grazie

  2. Come va, cara Franca? Ti ringrazio per il tuo commento, ho scritto alcune nuove poesie ma non ho molto tempo da dedicare alla poesia, sto scrivendo il mio primo romanzo ma non é facile, sai. E’ stato un vero piacere sentirti, un caro abbraccio.

  3. L’alba e il tramonto, sono due fenomeni complementari delle leggi naturali cosmiche. Attraverso le quali noi possiamo riconoscere il tempo in tutte le sue rappresentazioni. E tu le hai descritte liricamente molto bene. Immagini contraposte su cui si basa la vita. Complimenti Lenio e continua a contemplare l’alba per donarci ancora poesia! Ciao Franca Fasolato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine