Ascolto tra le spighe di grano la tua voce.
Ti ritrovo nelle campane che inneggiano suoni ampi di cariche celestiali.
Ti cerco nei cipressi nei loro linguaggi linfatici.
Sei sempre in ogni dove.
Voce che riecheggia nel mare eccitato di spuma vogliosa.
Raggi di voce mi segna il cammino verso il ricordo.
Chi è?
L’ago di pino che cade nell’acqua sorda al tuo passo,
Così la Natura stende un manto dorato al tuo arrivo.
Ti cerco così,schiudendo la mia bocca ansiosa,
Tra gli astri abbandonati nella notte imperiosa.
Chi è?
La tua voce assente che rinasce in me.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Archived in Senza categoria and tagged . Bookmark the permalink.

4 thoughts on “Voce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine