Fu allora che lo rividi.
Sempre uguale,stessi gesti.
Una fotocopia ripassata a quella che conoscevo io.
Lo ricordo sorridente.
Un fascino magnetico che mi ha racchiuso in rovi di spine.
Troppi anni ricchi di amore straboccante.
Il mio corpo svuotato e smunto per il troppo dare.
Eri tu l’Universo del mio mondo.
Un’altra vita che brilla nel cielo di ricordi lontani.
Eri tu.
Ora sei li,di fronte a me,non ti accorgi che ci sono.
Sembra non essere passato un frammento di tempo.
Eravamo così vicini e siamo così lontani.Ma sei li.
A pochi metri.
Tempesta emotiva di tremori mi blocca le gambe.
Il cuore impazzito nel mio corpo fermo.
Non posso fermarti.
Non saprei che dire.
Forse avrei rabbia,
o forse un sorriso senza parole.
Ti ricordo così.
Vicino a me lontano anni luce,
sereno,
mentre distratto aspetti accanto ad un portone.
Non aspetto quel futuro.
Vado avanti cercando il mio,
lì,
dietro quell’angolo.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

2 thoughts on “Tremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine