Immagine di: ZaneHarris

Ridi pure di me… stupido, impacciato,
inutile ragazzo che sogna e non realizza…
Ridi pure tu che sei così bella e sicura…
È vero… sì vero, mi affanno invano
per dipingere comete di cartone
su cieli di stelle attaccate con lo scotch.
Non lo sai… non lo saprai mai che t’amo.
Lascia che io volti le spalle alla luna
e mi nasconda ancora una volta…
Non lo sai… non lo saprai mai
quante donne ho amato in silenzio
e… hanno riso di me…
… stupido, impacciato,
inutile ragazzo che sogna e non realizza…
Senti?… lo senti il vento?… sta cambiando…
porta il freddo di cuori assenti
ed il mio pianto celato.
Freddo… ho freddo adesso…
non ho una coperta per l’anima.
Lascio… la lascio morire…
perché, è colpa sua se tu ridi di me.

Corrado
02/11/2006

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

6 thoughts on “Ridi pure di me

  1. Bellissima davvero…forse anche perchè mi ci riconosco non poco…
    Far morire l’anima, è possibile? E una volta abbandonati sogni, sentimenti ed emozioni possiamo dirci ancora vivi? Magari un giorno avremo la risposta…

  2. Bravissimo Corrado, bella la poesia e la recitazione. La prossima volta attento al formato del file audio, così possiamo farlo ascoltare con il nostro player invece di farlo prelevare dal browser.

  3. shhhh… ti svelo un segreto:
    nella vita devi tuffarti
    andare oltre l’apparenza
    spesso la sicurezza è una maschera
    data dalle esperienze passate
    o da cose vissute

    devi imparare a tuffarti
    o non proverai mai l’ebrezza di un calore che credevi non potesse mai esistere!

    un bacio!
    da Ilaria,
    una di quelle ragazze “tanto sicure” che spesso gli uomini hanno paura di avvicinare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine