“Forse lei non mi vede,”
pensò un ragazzo
malato di malinconia
intriso d’un desiderio
d’essere invisibile…

Si nascose nella notte
fin quando il suo cuore fu uguale al buio
e prese ad ammirarla così
unendosi al vento
divenne aria.

Lei, lo chiamava già amore
sognando il suo corpo sul suo
e respirando,
si lasciò penetrare così
dal vento e dalla notte.

Corrado
05/02/2006

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

4 thoughts on “Il ragazzo d’aria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine