Come vela

Come vela
nel mare della vita
sei giunto sulla riva del giorno.
Hai aiutato tutti a non giacere
Sulla sponda del buio.
Il cupo tramonto è rimasto a guardare.
Non aveva nessuno da traghettare.

***

Una stella cometa

Non sei stato una meteora
ma una stella cometa
e hai acceso
il cielo e la terra.
Il grido della paura
si è spento.
Il canto della gioia
si è alzato con entusiasmo.
Il respiro della luce
non è stato affannoso.
La vita ha continuato ad avere
il fiato della giovinezza.

***

Sipario

I tuoi occhi indugiano
sul corpo torturato, straziato.
Le tue orecchie ascoltano
il gemito del condannato a morte.
Chiudi il sipario.
Torna a casa a pregare
che i sogni degli uomini
riprendano a volare
che i brandelli di luce
si ricompongano in aurore.
Ogni volta che il tuo cuore
s’inebria di sangue, di dolore
i tuoi figli vanno in giro
tra fiabe avvizzite
come foglie autunnali.

***
Dal libro Caro Angelo Bianco. Parole in versi a Giovanni Paolo II di Giuseppina Mira

© 2011 – 2014, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

3 thoughts on “Caro Angelo Bianco di Giuseppina Mira

  1. Vi sono angeli in carne ed ossa, accanto ai puri spiriti del Paradiso.
    Giuseppina ne celebra uno, che regno’ sulla cattolicita’ per diversi anni.
    A Giovanni Paolo II dedica liriche inrise d’ emozione e di passione, trasfigurate dall’ ansia dell’ immortalita’.
    Mirta raccoglie nel giardino delle sentimenti le parole piu’ vive e le intarsia sulla figura di colui che ha scolpito un segmento di Storia nel monumento dell’ Universo.

    Gaetano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine