Quante anonime strade
flagellate dalla pioggia e dal gelo
quante aride terre 
tra i venti infuocati del Sud
quanti sterminati mari 
tra tempeste e ingannevoli bonacce
quante impervie salite dinanzi a me
Interminabile notte ad accogliere
i miei passi  lenti
irraggiungibili riflessi all’orizzonte
flebile faro per il mio cieco sguardo
Frammenti di solitudine raccoglievo
sul ciglio del sentiero
come pezzi di vetro già pronti a ferire
la mia anima esausta
Divorata da infide inquietudini 
vagabondavo senza meta 
nei meandri inesplorati
d’una mente velata dai più foschi tormenti 
interrogandomi sul perché di esistere 
Pellegrina senza tempo
raminga nella voragine dell’abbandono 
la speranza sulle spalle incurvate
 zavorra da buttar via
Camminavo stancamente
lontanissima da me
nell’assenza di illusioni
senza mai trovare ristoro
senza mai trovare pace 
 Viandante di giorni vuoti
le forze ultime a brandelli 
già pronta ad abbandonarmi
sulle impronte indelebili  
del mio vano peregrinare
l’ombra di me stessa trascinavo
stremata oramai
Fino all’istante in cui gli occhi tuoi
 s’accesero nei miei 
albori verdeggianti d’inviolate praterie
fatale bagliore
nel mio tenebroso vagare
responso ad ogni mio straziante dubbio
compiuto senso del più arcano destino
Raggiungimi ora
accogliendomi in te
inconsapevole traguardo
del mio infinito errare 
Avviamoci fianco a fianco
la tua mano nella mia
sul viale di un’assolata vita  
fino al confine di noi. 
 
Per aspera ad astra…
- Maya-

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

17 thoughts on “Fino al confine di noi (Poetica_mente 2)

  1. Grazie a tutti, amici adorati, grazie con il cuore.

    Poetica_mente è un’iniziativa che amo molto perchè un verso celebre conduce ad un inevitabile e meraviglioso viaggio tra le strade del proprio sentire per raccogliere i fiori d’emozione che ciascuno porta in sì e donarli agli altri compagni di viaggio in forma di poesia.

    La vostra stima, il vostro affetto, le vostre amorevoli parole mi riempiono l’anima scaldandomi in un abbraccio senza fine.

    Vi stringo forte, uno per uno…

    Maya

  2. …e fino alle stelle mi hai condotto tu, Maya! Con questa stupenda poesia! Quante immagini d’attimi fissate con un’infinita emozione…un cammino impervio, ma sorge la luce avvolgente, tenera e rassicurante dell’Amore.

    BELLISSIMA! Grazie.

  3. Un’elegia sull’amore e sulla sua ricerca. Mi ci sono riconosciuta in molti passaggi fino al raggiungimento di quel “viale di un’assolata vita”.

    Mi stupisci ogni volta.

    Un bacio

  4. … ho letto la tua poesia … l’ho riletta varie volte … ho voluto ‘entrarci’ dentro prima di commentarla … c’è un viaggio che si compie dal primo all’ultimo verso … un viaggio interiore che parte dall’inquietudine e giunge quieta serenità … durante questo viaggio hai maturato consapevolezza di vita e di te stessa …

    dall’intensità dei toni e dalla veemenza del ritmo … davvero sentiti … colgo più di una nota di vita vissuta …

    bellissima.

  5. Affine sorella di poesia…come è bello specchiarsi in te, e vedere i miei occhi….

    Per aspera ad astra…;) quel che è amaro prima, ci restituisce poi ancor più dolce gusto…

  6. E’ sempre un viaggio con te…

    in viaggio per mari e terre fino a perdersi in se stesse per poi infine riemergere alla luce.

    Mi ha colpito “la speranza come zavorra da buttar via”…

    un bacio Francy

  7. molto molto dolce,

    “Raggiungimi ora

    accogliendomi in te

    inconsapevole traguardo

    del mio infinito errare

    Avviamoci fianco a fianco

    la tua mano nella mia

    sul viale di un’assolata vita

    fino al confine di noi. ”

    questi versi profondamente lirici hanno molto della dolcezza ed evocano in me, l’affetto di un amore semplice, puro e vicendevole.

    un sorriso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine