folder Filed in Senza categoria
E fu luce
GiardiniDiMaya comment 5 Comments access_time 1 min read

Ed all’improvviso il silenzio. Tutto tacque, i rumori al di fuori, le voci sconosciute ed estranee. Il mondo si fece da parte, muto. Le pareti diventarono di velluto, l’aria rarefatta ed infuocata. Rimanemmo sospesi in un’atmosfera senza tempo né spazi. Calò la penombra nel mezzo del giorno assolato, scomparvero i nostri visi. I corpi intrecciati diventarono contorni indefiniti, sul muro si delineò l’ombra di un ritratto informe tracciato da una matita ubriaca. Le parole e le risa si trasformarono in sussurri e respiri lenti, affannosi, che salivano dal ventre della terra. Il battito dei nostri cuori si fece musica d’accompagnamento in un ritmo crescente, un bolero sempre più travolgente ci avvolse, trascinandoci insieme in una corsa irrefrenabile verso quello squarcio nel buio dove scorre il fiume tempestoso che urla d’amore. Un vortice infinito inghiottì le emozioni. Frammenti di cielo piovvero negli occhi chiusi. E furono tuoni e fulmini, fu l’uragano su di noi avviluppati in un abbraccio di colori abbaglianti. Furono profumi inebrianti. Fu l’eco assordante di canti lontani. E fu luce, luce accecante.

 -Maya-

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Amore Passione Pensieri Racconti Sensi Sentimenti Storie d'amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Pubblica il commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
  1. Ingredienti …magici..velluto,silenzio,battiti di cuori…e tanta,tanta luce!

    Ma dimmi mia cara come si fa a non innamorarsi dei tuoi racconti dei tuoi versi io tutte le volte che ti leggo provo forti sensazioni e sempre diverse!

    Grazie di cuore

    un bacio

    monica