Sabba

Augure nottambula
persa in riti tribali,
tizzoni purpurei di braci
di assatanate luci
disperdo
nella diaspora dell’alba
tra nembi di altari
e culti di masochistici amori:

consumati a riscatto
di parole indecenti
a voler raccontare

[Intero il mutamento si è adempiuto]

***

Luce bianca

Smesse le cure
e i grovigli di nido

in disarmo

nel folto di vasti
possedimenti raccolgo
sementi in cesti
di piena maturazione

Nei recessi reconditi
di vene navigo
desideri accolti

da pensieri
in fluido divenire
che segnano
le note rotte

Su mari di viola infinito
intensi profumi
di salmastro

in lontananza
vele
nella luce bianca
da due composti colori effusa.

***

Indelebile

In magico tappeto
dai vividi colori
mai sgualcito
strappato a morsi al tempo
(s) rotolo ideogrammi
ricamati a punto sangue
e sorrisi a pelle rapiti
a petali di stelle

Pergamene di nastri colorati
trattengono folletti
ridestati all’impeto
di un pensiero acceso

E passo tutto in rassegna
in minuscolo chip
consegnato a un’unghia:

impronta infranta
diventata indelebile.

***

Dal libro Errante tra Amore Eros e Thanatos di Gianna Campanella, recensito da Nicla Morletti nel Portale Manuale di Mari.

Ordina questo libro
con dedica autografa dell’autrice (Prezzo: € 10,00)

© 2009 – 2012, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

27 thoughts on “Errante tra Amore Eros e Thanatos di Gianna Campanella

    1. Sarà mia cura inviarti la Silloge richiesta, non appena sarò in possesso dei tuoi dati, che ti prego di rilasciare gentilmente alla Redazione.
      Grazie per la scelta la cui lettura spero ti gratifichi quanto ha gratificato me nello scriverla.
      Un simpatico saluto.
      Gianna

  1. I due sentimenti più forti della vita!
    Posso leggerne il contenuto con una copia?
    Comunque complimenti, un bell’atto di coraggio e di sapere nello scrivere! Non è facile affrontare certi temi!
    Grazie anticipatamente.

    1. Gentilissima dott.ssa Ilaria Luca,
      sarà mia cura invirLe con estremo piacere una copia della mia Silloge, non appena riceverò il benestare e il suo indirizzo dalla Redazione.
      La ringrazio per la scelta e per l’apprezzatissimo commento.
      A presto risentirci.. cordialità.
      Gianna Campanella

    2. Versi pieni di enfasi e profondi denotano nobiltà d’animo, in fondo la poesia è ricchezza d’animo…
      “luce bianca” rievoca l’energia positiva dell’uomo difficile da comprendere a molta gente.
      “Indelebile” una lirica dalle analogie tipiche del poeta, descrive con giochi di parole ciò che dovrebbe rimanere…per sempre
      Complimenti!
      un caro saluto
      Alessandra Maltoni

      1. Un commento, il tuo Alessandra, che mi colma di gratificazione in quanto palesa molta attenzione e comprensione nei riguardi della mia voce poetica. Ti ringrazio di cuore e ti auguro di possedere sempre tanta energia positiva. Un caro abbraccio.

        Gianna

  2. Un libro altaenante tra l’amore e la morte… nella consapevolezza
    che il territorio che ci è dato affrontare è quello della vita.
    Poesie le tue, Gianna, da sfogliare come sontuosi fiori dal
    forte profumo di eros.
    Intarsiate di metafore, di similitudini,
    di virtuosismi da esteta dell’esistere e dell’arte.
    Credo sia una raccolta simile a una serra… può stordire
    e rendere schiavi … o perdutamente liberi!
    Complimenti.

    1. Incantata e gratificata, Maria, dalla tua bellissima recensione che ho stampato per poterla conservare fra le cose per me più preziose. Ti sono immensamente grata per esserti avventurata nella mia ‘serra’ a scoprire e condividere le più intime e segrete emozioni della mia anima e della mia voce poetica. Un sentito grazie.. con fraterno affetto
      Gianna

  3. VERSI FORTI, STRUGGENTI E PASSIONALI, CHE ESPRIMONO LEALTA’ CORAGGIOSA, INTELLIGENZA SINCERA, ENERGIA CORROBORANTE L’ANIMO, GRANDE CAPACITA’ D’ESPRESSIONE SINTETICA E SEDUCENTE DI SENSAZIONI E SENTIMENTI CHE SCUOTONO, CHE RIESCONO A FARSI AVVERTIRE IN MANIERA MERAVIGLIOSAMENTE DISARMANTE, PULSANTE.

    1. Sono ammirata e lusingata da questa recensione che si avverte sentita e appassionata.
      I miei più sinceri ringraziamenti Sabatino.. un caro saluto.
      Gianna

      1. NON DEVI RINGRAZIARMI. HO DETTO SOLTANTO LA VERITA’. I MIEI PIU’ CARI AUGURI,
        Sabatino DI FILIPPO

    1. Caro Francesco le emozioni ci salvano la vita ed è sempre necessario esprimerle e condividerle, soprattutto con persone ricettive e sensibili come dimostri di essere tu. Un grazie di cuore!
      Gianna

  4. Come nella genealogia e nella cosmogonia esiodea eros e thanatos sono posti all’origine di queste poesie, almeno così m’è parso di comprendere. Quasi freudianamente, tra il principio di realtà e principio del piacere si snoda il dibattimento nel continuo divenire ontologico. Con una scrittura visionaria e tuttavia lucida, che rispecchia la dualità del confitto, si marca l’iperbole tra il convenire e il trasgredire dell’uomo che disperatamente cerca il suo centrum naturae.

    1. Gentile lettore, ho l’impressione che lei abbia letto molto più delle poche poesie qui esposte per poter essere giunto a un fulcro tanto essenziale, anche se non l’unico, per la comprensione dell’intera Silloge, il cui linguaggio accostandosi alla sacralità di temi tanto elevati, non poteva, secondo la mia umiltà, che esprimersi in modo allucinatorio, visoniare e persino, in alcuni casi dissacrante.
      “E guardo il mondo con occhio assimetrico”, “Sfuggente è il baricentro” …sono solo alcuni esempi della ricerca di una visione della realtà in modo alternativo e quindi creativo.
      Grazie della sua acuta e gradita recensione. Un caro saluto
      Gianna

  5. Un simile commento lusinga la mia passione per la scrittura e dona conforto al mio non facile cammino di creatura umana.
    Grazie! Un caro saluto
    🙂 Gianna

  6. La morte dell’ Ego in noi apre alla passione per gli altri.
    Questo percorso esistenziale richede un notevole coraggio, pero’ , alla fine,
    fa amare la vita : nostra e del prossimo.

    Gaetano

    1. Cara Lettrice, questa silloge rappresenta per me un momento molto significativo di cambiamento interiore, e il mio più vero e sincero canto d’amore che dedico a te e a tutti i lettori che ancora credono nella forza delle emozioni e dell’amore come elemento salvifico e momento di grande intuizione di speranza e di luce.
      Un affettuoso ringraziamento e un caro abbraccio
      🙂 Gianna

    1. Cara Marinella, per ricevere la copia del mio libro occorre inviare una e mail alla Redazione fornendo anche l’indirizzo a cui io lo possa inviare. Ciao! 🙂 Gianna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine