Un bimbo incosciente e curioso

Array

fuocoIo e te insieme
io e te distanti mille miglia
Mondi e pensieri
due vite diverse.
Se un’aquila ed un delfino s’innamorano dove potranno mai vivere?
Come ho potuto credere?
Come ho potuto non vedere?
– Bella – diceva chi m’incontrava
– Bello vederti così – continuava sorridendo.
Era strano: nessuno sapeva…
gli occhi involontariamente tradivano una felicità pudicamente celata.

La felicità di un bimbo incosciente e curioso che sfugge soddisfatto a raccomandazioni piatte e monotone e fremente si avvicina ad un fuoco sconosciuto che all’orizzonte maestoso divampa, attirandolo inspiegabilmente a sé.
Adulto d’un tratto e rannicchiato in un angolo, adesso quel bimbo osserva il tenue chiarore del camino. E’ piccola la fiamma, sa che non può fargli male. Ha freddo ma non osa avvicinarsi all’invitante tepore.

Il dolore ormai è andato via
le cicatrici rimangono a rammentarne il passaggio
mentre nei suoi occhi danza ancora il riflesso di un fuoco maestoso.

Ultimi post

Altri post