Il sottile acrobata
sul filo di Arianna
risolve il labirinto della mente

toglie l’inverno
dal cuore,
come germoglio di mughetto d’aprile
colto
da un bambino festante
i cui occhi pregano la gioia.

Il clown si ferma un attimo
guarda stanco
con la testa raccolta
tra le mani.

Vede con nostalgia
i finestrini illuminati
del treno vuoto
che si allontana senza rumore
veloce nella notte.

© 2010, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine