La rosa

Articolo precedenteSpiragli
Articolo successivoTramonto

Il ragazzo del villaggio
vide la rosa
nell’angolo del giardino
rosa canina
semplice
selvatica

rosa tra le rose
simile
e diversa
nella mente
rimase impressa

Sognò di lei
dei suoi petali
ancor chiusi
ne immaginò colore
e profumo
e poi non dormì più

Al giardino ritornò
che l’alba era lontana

e volle esser ape
per trovare
nettare sì dolce
e trasformarlo in miele

e volle esser farfalla
per posarsi  leggero
sul bocciolo delicato

ma

la sfiorò con un bacio
e si sentì
uomo.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

7 Commenti

  1. Complimenti, é un soffio di leggerezza, é il volo di un’ape, un tocco di farfalla oltre che una bella poesia. Ti invito a visitare il mio blog appena nato nel ‘Blog degli autori’ al nome Lenio Vallati e, se ti piace la mia prosa, a lasciare un commento, Lenio. A presto per commentare le nostre prossime pubblicazioni.

Rispondi a GiardiniDiMaya Cancella la risposta

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti