Scirocco soffia da levante
sui volti leggiadri degli innamorati
e accende negli animi radiosi
l’eterno anelito del cuore.

Labbra palpitanti
predilette e scarlatte,
si accostano ebbre,
trepidanti d’attesa.

Il tempo di un bacio
spira in un battito d’ali,
ma quel che è appena stato
è già speranza ardente d’avvenire.

© 2007, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

11 thoughts on “Il primo bacio

  1. Elisabetta, eccomi qui come mi avevi chiesto. Non potevo mancare, no?
    Vediamo un po’… Mi ha colpito l’osservazione che fa Fabrizio sulla sagoma della poesia. Sono tornata su per rivedere ed effettivamente non è un’osservazione sbagliata.
    La poesia è un susseguirsi di colori e questo la rende viva, le dà un’anima, sai? Mi piace molto la metafora che crei alla fine della lirica: il tempo di un bacio che dura un battito d’ali e ti lascia tante speranze!
    Tu mi hai lasciato tante emozioni. Continua così: sei sulla via giusta!

    Marilena

  2. Brava, una bella poesia. Colori vividi, come le emozioni che esprimi. Hai notato che la lunghezza dei versi fa sì che la sagoma della poesia sembri quella di due bocche che si stanno per baciare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine