Una strana giornata al mare

Articolo precedenteEternità
Articolo successivoEstate 2006

Una strana Giornata al Mare ( raccontato in rima/misto prosa… )

Estate 1998

Ma che bello, oggi finalmente in ferie, agosto !!! Adoro agosto, tutti al mare a guardar le chiappe chiare, come diceva una famosa canzone, ecco…….anch’io, solo soletto spaparanzato sotto l’ombrellone a Milano Marittima, non sono le Maldive ma mi accontento, ho un buon libro, tanta fantasia, ci sono belle donne in giro, e là le lascio, ma le guardo, voglio farmi una vacanza in relax, ma con sogni di avventure, virtuali e non..
E così…………………..
Beffavo la tregua con un aperto volume
Lumando distratto ragazze in costume
Spremendo meningi a cercare l’acume
L’ombra si sposta m’acceca quel lume

Emigro la riposanda telata postazione
Dal libro n’esce furtivo un po’ sornione
Un griffato biglietto privo d’intestazione
Un numero vergato m’attrae l’attenzione

Ma guarda cosa mi capita, mi allerto solo per uno stupido biglietto con un numero?, neanche fosse, fosse quello della lotteria, oppure un biglietto da 100 dollari, era solo un biglietto con un numero, niente nomi………..solo un numero, ed è per questo che io fantastico, non è fantastico?
Quel libro che stavo leggendo l’avevo prestato a tre persone…….chissà……….una di quelle persone era una bella figliola………… Continua nel mio blog… www.teddy.splinder.com

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti