menu Menu
Ultimo giorno
By Dorella Dignola M. Posted in Blog degli Autori, Iniziative letterarie, Poesia on 9 Dicembre 2008 2 Comments 1 min read
Disincanto Previous L'ultima notte d'estate Next

Non avrei voluto,
tra bianche
pareti d’ospedale,
tra l’ora del dolore
e del lavoro umano,
il ripetersi quotidiano
d’un addio mattinale,
d’un saluto finale.
E mi morde il cuore se
penso che non vi sarà
per te un venturo giorno;
t’avvolge l’amor mio e
nell’aura opaca,
alma bianca t’involi
e ti chiudi mentre ti
guardo tenera e,
soffrendo, amo
le tue membra stanche,
chiudendo tra le mie
le tue mani bianche.

Immagine: Vele sul lago di Arona, dipinto di Dorella Dignola

Festa di fine estate Scatti d'immenso


Previous Next

Rispondi a Daniela Quieti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cancel Invia commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
keyboard_arrow_up