menu Menu
49 articles filed in
D'Autunno, Libri in Fiera 2011
Previous page Previous page Next page

Er monno sbarazzino di Alba Venditti

Er compreanno – Ciavemo ormai la mania de festeggia’ ‘gni vorta che ce stamo a invecchia’ invesce,  d’avecce er rodimento drento che un’artr’ anno è passato e un novo acciacco cia’ lassato. Eppoi si festeggi devi pure da ciacca’ li sordi ecco perché quer compleanno mai più te lo scordi. Domanno e dico: “Nun se […]

Continue reading


Arcobaleni lunari di Elena Bartone

Aspettami – Aspettami, oltrepasserò la linea dell’incerto e arriverò da te, là dove le Galassie sfavillano d’assoluto. Apri quella porta che conduce verso mondi d’estasi divina, beatitudini che si snodano tra spume di tintinnii di silenzi e cosmiche chiaroveggenze. Insieme scopriremo il miracolo, la luce che giardini disvela d’assolate ninfee, girasoli di mattutina iridescenza, foglie […]

Continue reading


Il vento dei sentimenti di Sara Ciampi

L’albero di Natale – Un vento gelido spazzava le vie illuminate della città e soffiava, soffiava forte tra la gente che, avvolta in pesanti cappotti o in lussuose pellicce, si affrettava a fare gli ultimi acquisti per il Natale ormai alle porte. Infatti era già passata la metà di dicembre e molte persone dovevano ancora […]

Continue reading


Dalla neve alla nave di Leda Panzone Natale

Alberi trapiantati in mare – Sono in molti a domandarsi il perché, ci si sposti da un posto all’altro. Delle mie montagne della Val d’Aosta, del paese che “m’imprigionava”, avevo una visione suggestivamente ripetuta. Il freddo che mordeva la mia pelle ed inumidiva le mie suole, era però sempre diverso. Come gli alberi, tra i […]

Continue reading


Il campione con la lettera C di Luca Giacometti

Sono sveglio. Sono le 07.00. E’ Domenica. Dovrei dormire ancora un po’, almeno oggi; recuperare il sonno perso durante la settimana di lavoro, ma non riesco. I miei due figli dormono serenamente nei loro letti; ancora per poco. Alle 08.00 il loro orologio biologico suona la sveglia. Sono quasi convinto che ne abbiano ingoiata una […]

Continue reading


Il respiro del silenzio di Edda Ghilardi Vincenti

NEL VENTO E NEL SILENZIO – Mi avvolgo di vento e di silenzio in una quieta notte d’estate e i pensieri, teneri fiori in boccio, si affacciano timidi alla mente, profumano di attesa e di speranza… Più tardi il sole scioglierà l’affascinante mistero della notte e l’attesa, candida colomba del mattino, si poserà sulla riva […]

Continue reading


Caro Angelo Bianco di Giuseppina Mira

Come vela – Come vela nel mare della vita sei giunto sulla riva del giorno. Hai aiutato tutti a non giacere Sulla sponda del buio. Il cupo tramonto è rimasto a guardare. Non aveva nessuno da traghettare. *** Una stella cometa Non sei stato una meteora ma una stella cometa e hai acceso il cielo […]

Continue reading


Lettera a Bianca di Gabriella Tabbò

E’ una singolare giornata, quella di oggi, prosieguo e forse conclusione di un periodo di piogge miti ma costanti, primizie di primavera. A metà mattina, poi, si è diffusa un’insolita nebbiolina, nascente direttamente dal mare. Il suo umore vischioso si è posato a terra e ha reso in breve tempo viscidi e scivolosi i gradini […]

Continue reading


Geminario di Paolo Ottaviani

Gemino Primo – (In memoria del padre e della madre) – Piagnìanu ‘n bianche piste de renella su ‘nparcite panche de nicchia o cappella, ru friscu de nòa erbetta e de luna, benanche que piòa orbata furtuna aprile era dorce de celli e sperella, a buju re torce e ra marturella, ru feru battutu ‘nchioatu […]

Continue reading


Taci come il mare di Lerri Baldo

Onde Lascerò che il caldo pomeriggio annuvoli col bianco delle rocce all’orizzonte, l’immagine di te che si sfuma e confonde con i respiri di questa distanza, il colore dei tuoi occhi, il segno incantevole delle tue labbra nella foschia evanescente. Sembra non possa muoversi altro che qualche bava d’acqua su una linea lontana, il volo […]

Continue reading


L'Oasi di Mauro Montacchiesi

Marcantonio Bellomo – Salve, mi chiamo Marcantonio Bellomo e non è uno pseudonimo! Mi chiamo proprio così, ironia della sorte! Gli Antichi Romani dicevano: “nomen atque omen”, ovvero “il nome stesso è un presagio”! Ora voglio dire, gli Antichi Romani hanno fatto e detto cose strabilianti, ma, almeno nel mio caso, hanno detto delle corbellerie […]

Continue reading


Io sono Fabrizio di Anna Cattivelli

Capitolo I – Squilla il telefonino: “Ciao ma’ … e come devo stare, aspetto, è ancora in sala operatoria … sì, si non ti preoccupare, Tizi e Sami sono con me, Marco sta a casa con la signora Maria … no, no, il padre non poteva, stai tranquilla poi ti faccio sapere”. Fabrizio spegne il […]

Continue reading


Il naufrago del bosco di Gabriella Tabbò

È un naufrago atipico, quest’uomo che si ritrova solo, nel bosco impervio dell’Appennino; doppiamente solo perché ha perso anche il contatto con la sua identità per un trauma durante un’escursione, che lo ha privato della memoria. Qualcosa, dentro di lui, gli dice di tenersi lontano dal mondo civile finché non l’avrà ritrovata. Nella sua mente […]

Continue reading


1860. Improvvisamente l’Italia di Maso Biggero

Dall’Incipit (autunno 1859 – autunno 1860) – La mattina del 6 ottobre 1759 Carlo di Barbone, re di Napoli e della Sicilia (ma dal 10 agosto re di Spagna) convocò Federico Fusco, fidato cameriere arrivato a palazzo reale dalle non lontane terre di Caserta e gli ordinò di portargli Domenico, “el niño.” Domenico era l’unico […]

Continue reading


Domande tra porto e mare di Alessandra Maltoni

Windtour la motonave – Dovete sapere che giorni prima, per esattezza sabato, zia e nipote si erano già recati al porto-canale per partecipare alla stessa gita in barca con destinazione Comacchio e pranzo a base di pesce a bordo. Quando arrivarono la gente stava scendendo sconsolata dalla imbarcazione e il capitano dietro diceva: «Signori, sono […]

Continue reading


Sogni tra i fiori di Mariagrazia Buonauro

Napoli, cinque anni prima. C’era brutto tempo quella mattina. Il cielo cosparso da una nuvolaglia grigia s’inabissava, con una cappa livida, sulla città. La pioggia cadeva obliqua e violenta sui vetri tremanti delle finestre; tamburellava rabbiosamente sulla ghiaia del vialetto con un acciottolio stridente. La ringhiera del balcone e i telai delle finestre, verniciati da […]

Continue reading


Il felice giogo delle trecce di Paolo Ottaviani

Da Treccie sabine – Treccia degli specchi nei fiumi e nei cieli – II – Seduto sulla riva, nel silenzio dell’acqua che scorre vana e scorre, come assorto nell’acqua l’uomoperla lambiva diroccata una torre luminosa di nuvole nel fluir delle nuvole, tra onde e gorghi rincorre lo sciamare verdastro del cielo, pescatori curvi intenti a […]

Continue reading


L’ultima fuga di Daniela Quieti

I – A chi importa il mio passato sono nata all’alba e il crepuscolo già si avvicina. Ma chi dice che devo capire tutto in un istante che racconta indovinelli e parole sconosciute. Sento ancora cantare il mio fiume sostiene la vela il vento forte e l’albero gigante ha radici di linfa. Il tempo è […]

Continue reading


Burrasche e Brezze di Ester Cecere

Evasione – Lucertola sarei per scivolare svelta fra le maglie della vita e negli ombrosi anfratti ripararmi. E da lì spiare lo scorrere del tempo e l’affannarsi delle cose e quando più caldo è il sole uscire sulla rovente sabbia. *** In chiesa Arido l’asfalto le energie risucchia. Vago e attonito si perde nell’aria calda […]

Continue reading


Giochi di luce e d’ombra di Lidia Colla

Il tempo – Scivola lungo il fiume, nella nebbia, l’iridato silenzio dei germani. E il tempo. Guizzando fugge su pattini d’argento *** Ti ho fatto, figlio Ti ho fatto, figlio,tenero come ali di colomba. Ti ho parlato dell’uomo. Ti ho parlato di un mondo giusto, o che tale poteva diventare. Ti ho parlato, figlio, di […]

Continue reading


Pensieri da un’esperienza di Dorella Dignola Mascherpa

Questi pensieri sono maturati durante l’esperienza del vivere, in circostanze consuete, talvolta banali ed impreviste, ma che hanno saputo attrarre la mia attenzione, stimolandomi ad una più attenta osservazione facendomi comprendere il valore profondo di ciò che è stato motivo di taluni modi di agire delle persone nelle quali m’imbattevo. A seguito di quanto sono […]

Continue reading


Nelle mani del vento di Nicla Morletti

Abbassai lo sguardo. Sul muro qualcuno aveva scritto: “Il mio cuore batte coi suoi flutti allo scoglio del mondo, e su di esso lascia segnate con lacrime le parole: io t’amo.” “Resti ancora con me, fiore di primavera. Ascolti la mia storia, è infinitamente bella.” E mentre nuvole di panna vagavano nel cielo, fece ritorno […]

Continue reading


Errante tra Amore Eros e Thanatos di Gianna Campanella

Sabba – Augure nottambula persa in riti tribali, tizzoni purpurei di braci di assatanate luci disperdo nella diaspora dell’alba tra nembi di altari e culti di masochistici amori: consumati a riscatto di parole indecenti a voler raccontare [Intero il mutamento si è adempiuto] *** Luce bianca Smesse le cure e i grovigli di nido in […]

Continue reading


Difficili, impossibili amori

Francesco provò un moto dell’animo mai sentito. Una specie di tenera, dolce, estatica felicità. E sentì intorno a sé il canto della laguna, la carezza del vento e tutta quanta la vita che pulsava intorno. Percepì in un attimo che la risposta a tutti i suoi perché risiedeva solamente nel suo cuore, e che lì […]

Continue reading



Previous page Next page

keyboard_arrow_up