menu Menu
mynona
mynona

Scrivo poesie e racconti brevi da quando ero bambina ma non ho mai voluto condividerle con gli altri. Poi, mi sono svegliata all'alba dei 40 anni e ho deciso di partire per questo magnifico viaggio.

Pagina precedente Prossima pagina Prossima pagina

Di parole e sogni

Di parole e sogni resta solo l’aria umida di te. Giorni interminabili attenti ai suoni e notti grondanti di passione recisa, nell’attesa di attimi rubati, io, ladra di sguardi, sento urgente una metamorfosi di pelle: conserverò le squame per farne una corazza, la indosserò nei tempi bui e tu non potrai ferirmi mai più.   […]

Continua a leggere


Sinfonia incompiuta

Fremiti sulla pelle, tocchi di medusa, dita di pianista folle. Un fluire di note: le tue carezze. Volevo quella musica, la volevo senza tregua. Corde di violino i miei gemiti vibranti, striduli, fastidiosi. Urlavano PRENDIMI, NON FERMARE LA MUSICA! Non lasciarmi così, trova le giuste note o questa sinfonia d’amore rimarrà incompiuta.

Continua a leggere


Come sempre, per amore.

Non pattinarmi sul cuore che le ferite bruciano, ma se proprio devi fallo in fretta, passa veloce. Non danzar in cerchi e piroette ogni tuo salto è sincope, ogni trottola m’uccide. Per non morire dovrò sparare all’orchestra, chè la musica cessi e tu abbia il tuo plauso. Così sarò io a pagare, come sempre, per […]

Continua a leggere


L'amor maturo mi dona

S’è schiuso d’autunno il mallo del mio cuore, sciolto nel crepuscolo tra le foglie giace. Velluto al tatto, questo è il mio tempo. Sol di broccato vestirò i miei giorni, finchè il tuo alito mi scalderà l’anima.

Continua a leggere


Stupidi presagi - Ultima puntata

Quando arrivò a San Bartolomeo lui era già là, che l’aspettava, impeccabilmente vestito. La gente si raccolse tutta intorno all’auto per farle gli auguri, per complimentarsi con lei, insomma per assolvere al loro compito di invitati. Quando le venne incontro per aprire lo sportello, Matteo aveva la sua solita espressione sicura, come se prima non […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - IX puntata

Il suo mal di testa andava intensificandosi: dopo quella sberla le sarebbe venuto comunque. La risposta di Matteo l’aveva lasciata letteralmente di stucco: mai si sarebbe aspettata una reazione così violenta e fisica. Si accorse che in fondo non lo conosceva bene, che non era poi così freddo e distaccato come voleva far credere. Era […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - VIII puntata

Il problema insormontabile era il successivo: sicuramente le avrebbe domandato i motivi di questa sua decisione. Cosa avrebbe dovuto rispondere? Forse la via più veloce era dirgli che s’era accorta di non amarlo a tal punto da assumere un impegno così definitivo, ma, giustamente, le avrebbe obiettato che poteva rendersene conto anche prima. Forse, dopo […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - VII puntata

Decise che doveva assolutamente parlare con lui di quello che le stata accadendo. In fondo aveva il diritto di essere informato della situazione che si stava creando, ma come trovare il coraggio? E tutta quella gente lì intorno a fissarla! “Matteo, andiamo di là nella mia camera: avrei bisogno di parlarti.” Nel suo sguardo fiero […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - VI puntata

Quando finalmente riaprì gli occhi, la prima cosa che vide fu il volto di Matteo che la fissava con aria dubbiosa a una distanza di pochi centimetri. Il suo viso, di solito perfetto e curato, da così vicino lasciava intravedere alcune imperfezioni della pelle e alcune piccole rughe al lato degli occhi che lo facevano […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - V puntata

Intanto l’intensità del temporale stava diminuendo. Mise in moto il suo macinino, che stranamente rispose subito alla sollecitazione e fece manovra per tornare verso casa. Chissà la manfrina che avrebbe dovuto sopportare da sua madre! Sparire così, senza dire dove andava, il giorno delle sue nozze poi! Desiderò di sparire sul serio. Dopo l’acquazzone il […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - IV puntata

Non si accorse che il sole era sparito, coperto da una coltre di nuvole grigie. Se ne rese conto solo quando fu riportata nel presente dal rumore di un tuono in lontananza e dalle prime gocce di pioggia. Si alzò e corse alla macchina. Qual era dunque il detto… ah, sposa bagnata, sposa fortunata! Salì […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - III puntata

Avrebbe dovuto sposarsi nel pomeriggio, alle 16.30, nella chiesa di San Bartolomeo. Mancavano otto ore alla cerimonia. Le venne voglia di prendere la sua auto, una scassata 2 cavalli color limone, e farsi un bel giro per la campagna circostante. Lo faceva spesso quando era nervosa o sotto pressione, la aiutava a rilassarsi e poi […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - II puntata

Non si rese conto di quanto tempo fosse trascorso, persa nei suoi ricordi, fino a quando si girò verso la finestra e vide che la luce proveniente da fuori si era fatta più calda. Aveva un sacco di cose da fare, ma non ne aveva alcuna voglia e questo certo non la spronava a decidere […]

Continua a leggere


Stupidi presagi - I puntata

Non era ancora giorno quando sentì le palpebre sollevarsi. Nella penombra, provocata dai lampioni ancora accesi giù nella strada, vide con orrore che la sveglia segnava le cinque. Francesca avrebbe voluto dormire fino alla fine dell’eternità quella mattina, ma c’era qualcosa che glielo impediva. La sua mente era già sveglia, ma il corpo proprio non […]

Continua a leggere


Fino al termine della notte

Vorrei abbracciarti, farmi vestito per la tua pelle e calore per il tuo cuore. Aggrovigliarmi a te fino a sentirmi rovo, in un gioco di luci e ombre sovrapposte allo specchio. Son rumori forti i nostri respiri, un ansimare confuso di toni, persi tra diesis e bemolle fino al termine della notte. L’alba mi sorprende, […]

Continua a leggere


La noia e lo stupore

Promettere d’amare per sempre è come camminare sull’acqua: è un falso movimento, stupisce ma annoia. Parole di un’altra vita, prima di conoscere te. Ora mi stupisco ma non m’annoio. La verità è che le cose cambiano, e se non cambiassero, noi le vedremmo diverse: quindi…nessuna regola. Specialmente in amore. E di questo si tratta. Ora non prometto più, […]

Continua a leggere


Sul materasso

Lo senti il rumore? Se chiudo gli occhi quasi la vedo. Salgo alle sorgenti del fiume per ascoltarla sgorgare, per poi seguire il suo corso giù, fino al mare, prima limpido e sottile poi torbido e immorale. Sento alla foce il riflusso delle onde, un caldo penetrare, come questo incontro di corpi qui, sul materasso […]

Continua a leggere


Cinque frammenti di un delirio

Giornate vuote nell’attesa di un momento. Lacrime nascoste in ore disperate. Cosa c’entravi tu nella mia vita? Eppure sei entrato, piano piano, come un’infiltrazione, neve che si scioglie sul tetto e penetra nei muri, lasciando umidità e rabbia. Ma avevo bisogno di quel dolore, per evolvere da me stessa. Notti insonni nel desiderio, giorni nervosi […]

Continua a leggere


Sortilegio

Spalancami gli occhi con i tuoi gemiti, fa sì che restino aperti dilatando il tempo. Getta le urla dell’amplesso fra noi e il mondo come fosse un sortilegio e sarai la mia maga segreta ed io il tuo servo. Affinché tutto di te resti integro, intatto ed eterno, ti condurrò nel cuore del mondo. Da […]

Continua a leggere


Cercandoti

E cerco la tua voce… Nei silenzi delle mie notti, nel ticchettio dell’orologio che m’accompagna nella veglia, nel rimembrar ore liete trascorse vagabondando, di città  in città, in stanze tutte uguali. E cerco il tuo viso… Nei recessi della memoria, nelle immagini dentro ai miei occhi, sulla soglia del fluir dei ricordi che s’ancorano saldi, […]

Continua a leggere


L'onda d'Europa

La mia stanza da letto ha una parete a forma d’onda e m’addormento e sogno solo da quel lato. Erano due anni che tutte le notti facevo lo stesso sogno e puntualmente mi svegliavo sul più bello, il cuore che andava a mille. Nel sogno mi svegliavo vicino al mare, completamente nudo, solo una serie […]

Continua a leggere


Quando la pelle risponde

Tu che da lontano hai atteso, nell’ombra, il mio rientro nella mia vita e che ora allunghi la tua voce verso il mio cuore, nella speranza di un sogno, mi scaldi le tenebre confuse, aprendo spiragli che mi lasciano attonita, aspettando, trepidante e curiosa, il responso della mia pelle.

Continua a leggere


Culla d'amore

Ti cullo tra i miei seni, dolce amore mio, v’accolgo la tua carne tiepida ansiosa di me, nell’attesa di un singulto che mi scaldi l’anima e mi penetri il cuore.

Continua a leggere


Luna sarò per te

Rari e preziosi sono i corpi che da lontano si toccano provocando scintille! Io sarò la tua luna e tu sarai la mia terra, le tue maree saranno i miei umori e la mia luce ti accompagnerà nel buio, senza bruciarti.

Continua a leggere


Comunque vada

E’ un’orgia d’emozioni questo tempo inatteso, futuro prossimo figlio d’un presente ormai remoto. Intersecando linee al chiaror della memoria, seguendo l’istinto della scabra ragione, si percorron strade mai battute alla ricerca di un’uscita laterale, in fuga dal deserto quotidiano verso il sogno utopico della felicità. Imbattersi in lei all’improvviso… mi coglie di sorpresa, m’aspetto che […]

Continua a leggere



Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up