menu Menu
Luigi Catzola
Luigi Catzola

Luigi Catzola è ingegnere elettronico specializzato in Program Management, Computer Science, e Sistemi Dinamici Complessi. Ha lavorato per importanti aziende multinazionali dei mercati Difesa, Spazio, e Telecomunicazioni partecipando ad importanti progetti di rilievo internazionale.

Attualmente lavora per una primaria azienda di telecomunicazioni. Inoltre è Ricercatore Associato del Semeion Centro Ricerche dove collabora alle attività di ricerca sui Sistemi Dinamici Complessi, Reti Neurali Artificiali, e Intelligenza Artificiale. È anche autore di alcune importanti pubblicazioni scientifiche su organismi artificiali per la diagnostica medica.

Presso importanti Aziende e Scuole di Formazione Post-Laurea tiene corsi di formazione su temi inerenti la "Complessità e Fenomeni Complessi: epistemologia, comprensione e gestione, modellazione".

È poeta, pittore, scrittore di narrativa e di saggi scientifici.

Autore del romanzo “Linea di Confine” Editore ARACNE, 2008.

Previous page Next page

In Principio ...

Era l’origine. Quel palpito curvo, lontano, autoriflesso nella limpida intensità del nulla, ghermì il primo alito per generare il primo ritmo. Essere, increspatura del Divenire. *** Tratto da  “L’Orma Visibile dell’Invisibile”  di Luigi Catzola – Inedito

Continue reading


Linea di confine - La Fuga

Fu quando mi lasciai alle spalle Notre-Dame, per accingermi a passare il ponte che mi avrebbe portato poco più avanti di Place Saint Michel, che avvertii nell’aria la sua presenza. Percorsi metà del ponte, poi spostai lateralmente lo sguardo, dal fiume al di là della strada, dove alcune insegne luminose indicavano la presenza di un […]

Continue reading


Linea di confine di Luigi Catzola

Quando il carrello dell’aereo toccò terra, una profonda emozione avvolse il mio corpo. Tutto. Ma non perché eravamo finalmente atterrati. Sentii un afflusso di sangue improvviso avvamparmi il volto. Avvertivo il respiro un po’ affannoso che accompagnava ritmicamente non solo il mio battito cardiaco, ma anche le immagini che mi si presentavano alla mente e […]

Continue reading



Previous page Next page

keyboard_arrow_up