menu Menu
testa bislacca
testa bislacca

Gli appunti di una testa bislacca

già relativista, ma non bislacca a cagion di ciò

Pagina precedente Prossima pagina

Benares

Come dardi infuocati parole scoccate da bocche indecenti tagliano l’aria malata di morte. Ho guardato il tuo corpo bruciare scattare come un pupazzo a molla sciogliersi cera al calore che emana il mio petto. E profumo di fiori chè ogni morto ha fiori bianchi e unguenti odorosi. Ho guardato il tuo corpo immoto liquefatto e […]

Continua a leggere


Nero nel nero

Ho percorso i chilometri rabbiosa, mangiando l’asfalto nero come le nuvole all’orizzonte: un corpo solo, cielo e terra, e tramonto senza sole. Ho percorso i chilometri premendo sull’acceleratore, portando la mia auto ad una velocità superiore alle sue forze. Velocità prevista, ma sconsigliata. Sconsigliata da chi, porcomondo? Se la vita è mia, e fino a […]

Continua a leggere


Proxima centauri

Per caso: distrazione del signore del giorno, ancora addormentato, o confuso. La musica in sottofondo culla i pensieri, e lo fa con dolcezza, senza strattoni o eccessi di energia. Vago ancora in una dimensione parallela, prima di riprendere le redini di me stessa perché la vita va recitata ogni giorno, anche se il pubblico è […]

Continua a leggere


Vortex

Chimica, perché siamo anche atomi, molecole e note musicali, e odore di ipoclorito di sodio, e parole sconnesse di una canzone con pretese di melodia, e la melodia c’è, un po’ sincopata e singhiozzante, ma c’è e veicola l’attività elettrica dei neuroni nell’aria, in altri atomi e molecole che se solo volessi potrei toccare con […]

Continua a leggere



Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up