menu Menu
Daniela Terigi
Daniela Terigi

Daniela Terigi, è nata a Montevideo (Uruguay) il 28 ottobre 1959.
Si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Pisa. È specialista in Anestesia e Rianimazione, Omeopatia, Omotossicologia e Discipline Integrate.
Nel 1990 è uscita la sua prima raccolta di versi In margine al silenzio (Ed.Giardini) che ha ottenuto il primo premio al Concorso Nazionale "Città di Roma".
Nel 2002 con la lirica "È mia la terra" contenuta nella sua seconda pubblicazione dal titolo Ai confini del mare (Ed. Pisana) si è aggiudicata il primo premio al Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa "Luigi Micheloni", Val di Magra (SP).
Nell'ottobre 2007 esce con la raccolta Ombre (Petrartedizioni) una trilogia che raccoglie ombre - cristalli di luce - indaco, come viaggio attraverso modulazioni della luce interiore. Riceve nel 2008 per questo volume il primo premio assoluto alla 7° edizione del Premio Nazionale di Poesia "Alpi e Mare di Apuania". Attualmente vive e lavora come libero professionista omeopata a Pietrasanta (Lucca) dedicandosi alla poesia e ad altre forme di espressione artistica.

Previous page Next page

Vuoto di Daniela Terigi

Haiku- ~  *  ~  *  ~ Quell’innocenza Quell’imperdonabile Tono di vita ~  *  ~  *  ~ Spesso la notte Si cala dal leggìo sbriciolandosi ~  *  ~  *  ~ Inizia così Con tremolìo d’ali Giorno di foglie ~  *  ~  *  ~ Ci vuole forza Per sciogliere un grande Grumo di vuoto ~  *  ~  […]

Continue reading


Ombre di Daniela Terigi

Ho lavato il mio canto di cigno nelle pozze d’amore ad ogni angolo svoltando le curve dei decenni; ma tu l’hai colpito con dardi di parole fino a rendere muto il labirinto del cuore. *** Si sveglia la terra nelle braccia della notte. Madre di luce, l’alba, ancora gelida d’infinito. Nel grembo dell’inverno la voce […]

Continue reading


Ai confini del mare di Daniela Terigi

Guardo le gemme chiuse come la tristezza a quest’inverno caparbio e i frammenti dei campi aggrappati alla terra bruna come un’ostinata illusione; il silenzio frantuma cristalli di brina trapuntati d’uccelli. Pochi ritagli esangui di cielo scivolano con languore fra i vigneti spogli a consacrare, nel tempio gravido della natura, l’inesorabile stillicidio del tempo. ***

Continue reading


Parlo di te col vento di Daniela Terigi

Non temere la mia bocca – Non temere la mia bocca quando si apre per dire Amore e invece tace. Non temere gli occhi quando entrano nei tuoi per dire Amore e invece si chiudono… Non temere i sospiri quando sono d’Amore ma tu non lo sai. Non temere le mie mani quando ti lasciano […]

Continue reading



Previous page Next page

keyboard_arrow_up