Massimo Bartolini Massimo Bartolini è nato a Terni il 10 agosto 1971. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo con una tesi in bibliologia (un’estratto della tesi sulla storia e la formazione del fondo degli incunaboli della biblioteca comunale di Terni, è di prossima pubblicazione sulle pagine di Memoria Storica, rivista del Centro Studi Storici di Terni), ha conseguito successivamente la laurea specialistica in Gestione e valorizzazione della documentazione scritta e multimediale nella medesima Università (una sintesi della tesi con oggetto un progetto di digitalizzazione di alcune stampe di carattere locale conservate presso la biblioteca comunale di Terni, è stata pubblicata sulle pagine della rivista Culture del Testo e del Documento a cura di Piero Innocenti nel 2007). Impiegato presso la bct, biblioteca comunale di Terni, dal 2004, dapprima con un contratto di collaborazione, svolge, dal 2008, attività di istruttore bibliotecario. Nel biennio 2004-2006 ha brevemente collaborato con l’Università di Roma Tre al progetto RICI, uno studio sugli Ordini Regolari in Italia nel XVI secolo, per quanto concerne la revisione bibliografica delle edizioni del XV secolo. Appassionato di poesia, ha partecipato a diversi premi letterari ottenendo varie segnalazioni di merito ed inserito in varie antologie. Primo classificato, nel 2009, alla prima edizione del Premio letterario nazionale Città di Cattolica per quanto riguarda la poesia inedita in lingua italiana.
  • La violazione della simmetria di Massimo Bartolini Carillon – Tempo disfatto e tempo incapace, sogni rotti di vetro e fondi di bottiglia sui gradini delle statue sulle piazze, vite passate accanto appena durante la notte e per poter tornare indietro a reclutare gli errori commessi. Ma poi una foto ricordo da stendere in byte e raccogliere i saluti nel piattino di una [...] 9 responses 3 luglio 2012
  • Poesie inedite di Massimo Bartolini Il futuro non è poi così lontano: la perla Uno stridente e fastidioso suono, una giacca nera di plastica sopra un paio di pantaloni jeans attillati alla carne come ossessioni. Un graffio trasversale su una superficia liscia e dura. La modella di plastica e silicone con gli occhiali scuri, l’architetto dei polimeri dissimula sicurezza, nel [...] 2 responses 7 giugno 2010