Lucia Sallustio LUCIA SALLUSTIO è insegnante di lingua e letteratura inglese e traduttrice tecnico-scientifica da oltre venti anni. Da sempre attratta dalla malia della parola, ama giocare a combinarle, scomporle e ricomporle fino a trovare la giusta collocazione o la combinazione più immediata e d'effetto per toccare le corde del cuore e dare corpo a fragili emozioni e ricordi sfuggenti. Una forma di deformazione professionale questa imputabile al delicato mestiere di traduttore o ri-scrittore del testo e una delle ragioni che ha portato alla svolta di dedicarsi al primo amore: letteratura come lettura, rilettura, riscrittura e... ultimo approdo scrittura creativa di emozioni personali. Finalista alla XIV edizione del concorso "Racconti di Primavera" con il racconto "Il lupo mannaro", ha vinto il secondo premio al concorso "Le Notti ritrovate" 2006 con il racconto "La Signorina Carla".
  • La fidanzata di Joe (…) Joe non amava molto parlare di donne e di sesso. Era sposato. A lui bastava sua moglie, se solo l’avesse avuta al suo fianco. La sera tirava fuori dal taschino la foto di Teresa e la baciava di nascosto, per paura di essere deriso dai compagni per quell’atto da femminuccia. Dalla foto gli occhi [...] 6 responses 15 Aprile 2010
  • Il tatami di Max Forse era stato il fascino del tatami o la magia delle notti madrilene che avviluppavano sotto un cielo scuro a mantello, o ancora la tristezza delle cançoas do fado a cui Max l’aveva pian piano introdotta. Oppure era stato tutto questo. C’era, di fatto, che Rossella era restata a Madrid. Non ci restò per soli [...] One response 17 Gennaio 2010
  • L’accattona “Mamma, sta passando Rinella. Devi darle qualcosa, vuoi che la chiami dal balcone? “Sì, sì. Fai presto che la busta dei vestiti smessi è nell’armadio del corridoio già da qualche settimana. Almeno ci leviamo questo ingombro e facciamo un po’ di spazio. Dille di passare nel pomeriggio che devo metterle ancora qualcosa da parte.” Durante [...] 5 responses 7 Ottobre 2009
  • Al poggio Fuori il vento soffiava rabbioso e sferzante, un vento freddo del Nord. “Sarà freddo e ventoso così ad Amburgo, come da noi stasera? E se Tanino si prende una polmonite e ci resta per sempre, come suo cugino Leo?” aveva domandato a don Girolamo come già fosse una moglie premurosa. Il parroco non sapeva rispondere, [...] 6 responses 22 Maggio 2009
  • Fine di un’estate Nell’aria dolce di fine estate Si stempera ogni arsura E il ricordo già vola Dell’indolente amarsi. Immagine: Vista dall’interno di Steve Hanks 11 responses 7 Novembre 2008