Francesco Ballero Nato il 24 novembre 1949, ho ripescato la mia passione per la poesia intorno al 1990 e da allora, con alterni risultati,mi impegno a cercare coerenti forme espressive. Al di là di ogni altra considerazione, per me la poesia è sopratutto "dono" e con tale spirito ad essa mi accosto. Grazie a chi vorrà leggere i mei versi che sono appunto il dono di una parte di me ...
  • Nuovo Mondo Quaggiù l´autunno tuona nella bruma tra le coltri e le fornaci del traffico Non è brace e cenere che scalda e tu speri in quelle brecce nel cielo che a mattina il sole solleva e mitiga mentre lontano un ventare s´insinua sopra fruscii, fiati d´ocra e d´ottoni    Ma tu analfabeta imballi parole con un ostile [...] One response 19 Ottobre 2006
  • Al lato estremo del nostro giardino Al lato estremo del nostro giardino l’eretto acero dalle alate sàmare abita avvinto in un nodo di terra, zolla assegnata al suo riconsegnare le sembianze, ricorrente ritorno a ripercorrere usuali rituali dalla stagione delle larghe chiome al purpureo contegno della resa. Struggente declinare e rispogliarsi ripetendosi stretti ed inchiodati in un impenetrabile colore. Ecco sfuggirci [...] 2 responses 6 Ottobre 2006
  • Sopite attese d’autunno sopite attese d’autunno fulve raffiche di consolazione e pioggia e bruma e silenzio fecondano dell’inverno contegno e decoro oseremo più tardi     (una sconosciuta primavera) ©francesco ballero – 2004 4 responses 2 Ottobre 2006
  • Anche tu Anche tu sei la luce che rischiara od offende dallo scuro socchiuso.   Anche tu sei la voce su deserti e su piazze che urla o sussurra.   Anche tu sei l’odore di canicola estiva o di terra bagnata.   Anche tu sei il sapore del miele e del fiele che stilla il respiro.   [...] 5 responses 28 Settembre 2006
  • In fieri Sarà alla foce del giorno o al declino evaporata la piena in deserto Sarà distante dalle assolate isole che ti avvolsero alla sorte del vento Sarà nel pianto che terso straripa quando sì acuto s’arrende l’amore Sarà là che tu udrai una voce di sottile silenzio * * © Francesco Ballero – Settembre 2006 N.b. L’ultimo [...] 10 responses 26 Settembre 2006
  • Altrove Altrove sono gocciole di sole che piove sul fruscio d’un tentennio ove s’indorano alito e parole, negli esili pensieri un turbinio.   Altrove sono umori di fiumara che sommuove su ciottoli e serpenti l’arso e l’onda d’inumata terramara, severo mi è salir alle sorgenti.   Qui tu sei invece fra recisi fiori e secchi rami [...] 6 responses 8 Settembre 2006
  • Anniversario   Oggi per ogni angolo               della loggia ho ornato troni               di gigli e giaggioli La nostra festa odora               un’aria chiara                                francesco ballero   One response 29 Agosto 2006
  • Essere                                                                            Essere                     Quando cammino al lato delle strade                   o su scogliere afflitte da risacche                   ridondanti e gonfie                   o al chiarore di stelle o nell’eclisse                   delle mie notti insonni                   non so dir se tu sei, se a me accanto                   o tra nuvole vaghe di pensieri                   che [...] 6 responses 25 Agosto 2006
  • Parlare l’amore Parlare l’amore Parlami dell’amore                    mi domandi.   Intanto s’intona l’antico canto dell’incavo colmo di memoria. È un sciamare di musica dal tempo.   Cade la neve sulla città muta. Chiaro richiamo d’assenza e presenza. Ora sento soltanto il tuo respiro.   Sul vetro la condensa ci consegna con l’alito rappreso                      intimi inviti l’ebbrezza [...] 5 responses 17 Agosto 2006
  • Adesso l’aurora Adesso l’aurora   Scorgo adesso scrutandoti negli occhi la sincera fiammata dell’aurora, l’ora soave in cui la rugiada irrora l’irta selvatica rosa canina. Colgo adesso quel fiore tra le spine lo serberò con me sino alla sera. Scordo adesso le mie notti affilate, mi sono amiche Pegaso e Canicola. Porto adesso i miei carichi leggeri [...] 4 responses 9 Agosto 2006
  • Inno ad Afrodite Inno ad Afrodite   Sarà per il mistero penetrante che Zefiro feconda effervescente su lo spumeggiar di onde vigorose per le striate conchiglie variegate che ti hanno consegnata luminosa all’ornata stagione degli amori su piume di passero e colomba sarà per Babilonia per Fenicia e la tua pandemica acqua sorgiva sarà per l’ampio abbraccio con [...] 2 responses 11 Luglio 2006
  • Essere Essere Chagall – Coppia su sfondo rosso Quando cammino al lato delle strade o su scogliere afflitte da risacche ridondanti e gonfie o al chiarore di stelle o nell’eclisse delle mie notti insonni non so dir se tu sei, se a me accanto o tra nuvole vaghe di pensieri che giungono da cieli a me [...] One response 30 Giugno 2006
  • Il lamento di Giobbe Il lamento di Giobbe Christ aux outrages – Georges Rouault Ma dov’ero io quando non c’era margine al tempo o vela strappata dal vento?   dov’ero quando bastavan le stelle ad irradiare corone d’onore?   e non avevano argine gli oceani né l’orgoglio dell’onda alcuno scoglio?   dov’ero quando il pensiero era muto e poi [...] One response 26 Giugno 2006
  • Ulivi di Van Gogh Ulivi di Van Gogh Irraggia e arrossa il sole di Van Goghsugli ulivi nocchiuti attorcigliati quella luce sovviene in mio piacere quando a me t’avviticchi dolcemente affettuosa premura di un amore che contrasta le mie ombre silenziose illogiche striature di tormento        su crespe dirozzate nel trascorso e ormai lontano tempo   © Francesco Ballero 2 responses 23 Giugno 2006
  • Specchi Specchi   E’ sordo e senza accento quello specchio Lì tu ti giri e rigiri ed ammiri ti aggricci ti distendi e poi sorridi lì ritorni irrequieta ché diffidi … C’è l’essere o il nulla ? Che risposta t’aspetti ? C’é un dio senza storia. Qui nello spazio che avvia la memoria qui sono io [...] One response 22 Giugno 2006
  • Bozza per un tentativo di canto… Bozza per un tentativo di cantoattraverso la notte fino all’aurora,ma non oltre… Di te rammento trasparenze e voce.   Ora è timore d’ombre ogni rumore.   Sono torrente e pianto al risonare del tempo in cui per me eri arco di luce nei lontani anni di solari attese.   Incrudelisce il greto nottetempo.   Un [...] 2 responses 21 Giugno 2006